Salta al contenuto principale

Elezioni del 26 maggio:

in tre Comuni agli elettori

verranno date tre schede

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 5 secondi

Il voto del 26 maggio rischia di mandare nel pallone cittadini e scrutatori. Quel giorno non si svolgeranno infatti solo le europee: nei collegi uninominali di Trento e Pergine i votanti sceglieranno anche chi siederà in Parlamento. E Borgo, Levico e Terre d’Adige ci sarà una scheda in più per il Comune. Tre voti in uno: una maratona elettorale.

Nell’election day gli elettori dovranno fare attenzione a non confondersi tra simboli di partito e civiche locali, mentre gli addetti ai seggi saranno chiamati ad affrontare una vera e propria maratona di due giorni (quasi) senza chiudere occhio. Le urne rimarranno aperte dalle 7 alle 23 e subito inizierà lo spoglio.

Il 26 maggio si vota per l’elezione dei membri del Parlamento europeo, per le suppletive nei collegi uninominali del capoluogo (che comprende anche Rotaliana, Valli di Non e Sole, Paganella, Valle dei Laghi e Cembra) e della Valsugana (con Primiero, Tesino, Fiemme e Fassa) e infine per l’elezione dei sindaci e dei consigli comunali di Borgo Valsugana, Folgaria, Levico Terme, Terre d’Adige e Tione. Le operazioni di scrutinio cominceranno la sera stessa per le elezioni dei membri del Parlamento europeo, seguiranno le verifiche per il voto alla Camera dei deputati. Lo scrutinio per le comunali inizierà infine alle 14 di lunedì 27.

Saranno poco meno di 12.600 gli aventi diritto al voto che riceveranno tre schede: 5.427 a Levico, 4.867 a Borgo e 2.304 a Terre d’Adige (realtà amministrativa nata a inizio anno dalla fusione di Zambana e Nave San Rocco).

Oltre alla matita copiativa, saranno consegnate due schede ai 2.435 elettori di Tione ed ai 2.385 potenziali votanti di Folgaria, oltre che ai maggiorenni iscritti alle liste elettorali dei due grandi collegi delle suppletive dove la sfida per la successione agli ex deputati del Carroccio Maurizio Fugatti e Giulia Zanotelli sarà tra la Lega, l’Alleanza democratica autonomista (Pd, Futura e gli altri cespugli di sinistra) e il Movimento 5 Stelle. A Trento si affronteranno la consigliera comunale leghista Martina Loss, l’avvocato e giornalista dem Giulia Merlo e il forestale pentastellato Lorenzo Leoni. A Pergine la sfida sarà invece tra il consigliere di Ospedaletto Mauro Sutto (Lega), la prof ed ex procuradora ladina Cristina Donei (Alleanza di centrosinistra) e l’avvocato grillina Rosa Rizzi.
Per quanto riguarda le europee, come noto sulla scheda saranno presenti 20 liste, mentre per le suppletive la presentazione delle candidature all’Ufficio elettorale circoscrizionale avverrà nei giorni di Pasqua e Pasquetta dalle 8 alle 20. Infine, nei 5 comuni interessati dalle amministrative la consegna delle liste in municipio avverrà entro martedì a mezzogiorno.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy