Salta al contenuto principale

Elezioni europee: i nomi
Trento rincorre il Sudtirolo

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 57 secondi

È un Trentino al traino del Sudtirolo quello che emerge dalle liste depositate per le elezioni europee del 26 maggio nella circoscrizione del Nordest. Una circoscrizione che oltre alla nostra regione comprende Veneto, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna. È evidente che Trento (con il suo mezzo milione di residenti) abbia un peso relativo rispetto al resto del territorio d’ambito, ma dopo il passo indietro dell’assessore Mirko Bisesti (Lega) in favore dell’altoatesino Matteo Gazzini appare molto difficile la possibilità di eleggere nell’Europarlamento un candidato proveniente dalla terra di Alcide De Gasperi.

I nomi trentini inseriti nelle 20 liste sono solo 9, mentre la “truppa” di Bolzano conta 14 persone su un totale di 254 candidati in corsa nel Nord est per uno dei 73 seggi che spettano all’Italia (il numero salirà a 76 qualora il Regno Unito decidesse di non partecipare al voto). Intanto, sono tre le liste escluse dall’Ufficio elettorale della Corte d’Appello di Venezia: «Gilet arancioni», «Ora-rispetto per tutti gli animali» e «Parlamentare indipendente», mentre altre osservazioni sono state avanzate per singoli candidati di altre liste.
Due sono le figure di peso provenienti dalla nostra provincia per la sfida elettorale europea: si tratta dell’ex presidente dell’Agenzia spaziale italiana Roberto Battiston (Pd, recentemente è stato scelto dalle minoranze in consiglio provinciale come referente in seno al Cda della Fondazione Bruno Kessler) e dell’ex presidente della Provincia Mario Malossini (Forza Italia), assente dalla scena politica da ben 16 anni.

Scende nuovamente in campo anche l’ex senatore dell’Udc Ivo Tarolli (fondatore e primo nella lista dei Popolari per l’Italia) che come i forzisti fa capo al Ppe. Il Patt presenta una candidata di bandiera (Claudia Segnana, classe 1989 e fresca di matrimonio) nella lista della Svp con l’obiettivo di riportare a Bruxelles l’europarlamentare autonomista Herbert Dorfmann (servono 50mila preferenze) anche con i voti di Slovenska Skupnost. I 5Stelle schierano Cristiano Zanella (ultimo in lista) e La Sinistra punta su Matteo Segatta (anche lui in coda), mentre con i Verdi si presenta il roveretano Angelo Bonelli (coordinatore nazionale del movimento). Infine, la candidata regionale di Fratelli d’Italia è l’ex consigliera comunale di Trento Francesca Gerosa e la rappresentante trentina di Destre Unite è l’esponente rivana di CasaPound Giulia Pilloni.

Oltre ai sopra citati Gazzini (Lega) e Dorfmann (Svp), gli altoatesini schierano gli autonomisti Klaus Mutschlechner, Otto Von Dellemann e Sonja Anna Plank; l’assessora bolzanina di origini nonese Monica Franch (Popolari per l’Italia); l’avvocato Renate Holzeisen (+Europa); Norbert Lantscher e Judith Kienzl (Europa Verde); Matilde De Biasi (La Sinistra); Andrea Bonazza e Maurizio Puglisi Ghizzi (Destre Unite); Caterina Foti e Michele Olivotto (Forza Nuova).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy