Salta al contenuto principale

Di Maio: «Finché ci sarà il M5S

al governo la Tav non si farà»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 5 secondi

"Finché ci sarà il Movimento 5 Stelle al governo per quanto mi riguarda la Tav Torino-Lione non ha storia, non ha futuro". Lo ha detto Luigi Di Maio, vicepresidente del Consiglio e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, in diretta Facebook a Penne, in Abruzzo, dov'è per la campagna elettorale in compagnia di Alessandro Di Battista.

"Le peggiori lobby di questo Paese vogliono che si inizi a fare la Tav, che è a zero come cantiere. Ma quando tutti i signori che in questi anni hanno sostenuto Renzi e Berlusconi stanno da una parte, il M5s sta dall'altra, dalla parte delle opere utili come la nuova metro a Torino, una linea Roma-Pescara, la Tav Palermo-Catania. Quando i signori dei grandi potentati che hanno ridotto il Paese in queste condizioni tifano per un'opera inutile come la Torino-Lione il M5s sta col popolo".

Meno decisa la posizione del ministro Fraccaro: "Sulla Tav la posizione del Governo è che dobbiamo aspettare l'analisi su costi e benefici". Lo ha ribadito a margine di un incontro a Trento, rispondendo a una domanda sulle dichiarazioni fatte dal ministro dell'Interno Matteo Salvini, durante la visita al cantiere Tav di Chiomonte.


SALVINI: LA TAV SI FARA'

"Non mi farete mai litigare con i 5Stelle. La stabilità di governo non è messa in discussione. Sono fiducioso che la Tav si faccia. Ragioneremo con pacatezza e, come facciamo sempre, troveremo un compromesso", "nessuno di noi è un ultras che rimane fermo sulle sue posizioni", dice il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, intervistato da La Stampa dopo la visita al cantiere della Torino-Lione: "E ne sono entusiasta".   

"Bisogna andare a vedere per capire di cosa sto parlando. Una cosa è parlarne in via teorica e guardare in televisione quello che è stato fatto, un'altra cosa è vedere di persona come ho fatto io", è l'invito del ministro: è "una grande opera ingegneristica, un miracolo italiano", "ci porterei in visita deputati, senatori, i sindaci. Ci dovrebbero andare anche le scolaresche in quelle gallerie". "Poi possiamo metterci attorno a un tavolo e discutere - è la sua proposta - perchè i 5Stelle hanno ragione nel dire che il progetto originario è stato sovrastimato. Possiamo, anzi dobbiamo rivederlo".   

A chi parla di rischi per la salute, replica: "i dati dell'Università di Torino, sezione Medicina del lavoro: assicurano che non ci sono rischi per le persone, non c'è l'amianto" e, "per quanto riguarda l'impatto ambientale", "si tolgono dalla strada un milione di Tir all'anno che vuol dire tre milioni di tonnellate di CO2 in meno nell'aria".

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy