Salta al contenuto principale

Il Trentino si tinge di verde: trionfo Lega

Vittoria in ogni Comunità di Valle, 16-0

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 10 secondi

Il Trentino fa il «pieno» di verde. Maurizio Fugatti dopo i risultati di ieri «pennella» tutto il Trentino con il colore storico della Lega (anche se oggi il grande capo Matteo Salvini preferisce il blu): il nuovo presidente della Provincia trionfa sull'intero territorio. È lui, infatti, il vincitore in tutte le comunità di valle: un cappotto clamoroso, che fa il paio con il cappotto altrettanto importante alle elezioni del 4 marzo scorso, che videro la vittoria di sei collegi a zero per il centrodestra. Questa volta siamo 16-0 tra Fugatti e il resto del mondo, visto che al secondo posto l'ex presidente Ugo Rossi è riuscito a superare Giorgio Tonini in tre comunità: Valle di Non, Val di Sole e Paganella. In val di Fassa, invece, alle spalle di Fugatti il candidato presidente più votato è Ferruccio Chenetti .

IL VOTO DI IERI

IL NUOVO CONSIGLIO

LE REAZIONI

L'ANALISI DEL VOTO

LE FOTOGRAFIE TRA VINCITORI E VINTI

Un dominio, quello di Fugatti. Il quale incassa il miglior risultato in territori per lui già molto favorevoli: Bassa Valsugana e Tesino (60,82%), Primiero (55,06%) e Fiemme (53,68%). Si tratta di fatto del collegio che alle elezioni politiche di otto mesi fa ha portato lo stesso Fugatti alla trionfale elezione alla Camera (è stato eletto con il 44,56%): il nuovo governatore si dimetterà non solo da sottosegretario alla Sanità ma anche da parlamentare e in primavera si andrà a votare di nuovo in queste zone a trazione leghista.
La Lega va alla grande su tutto il Trentino, anche se in alcune comunità di valle non è il primo partito: il Val di Sole lo «scettro» spetta al Patt e dagli Altipiani Cimbri arriva un autentico premio consolazione per il Pd, mentre nel Comun general de Fascia le due liste locali si spartiscono le prime piazze.
Per quanto riguarda i partiti, il Patt conferma un certo radicamento territoriale: è il primo partito (30,34%) in Valle di Sole e il secondo in diverse località, come la Bassa Valsugana e Tesino (9,65%), l'Alta Valsugana e Bersntol (13,18%), la Rotaliana (18,97%), la Paganella (21,55%) e la Valle dei Laghi (17,85%).
L'esito finale è piuttosto netto nel successo di Fugatti (46,73%) e nella differenza tra Tonini (25,4%) e Rossi (12,42%) nella classifica dei candidati presidente più votati. Come detto, il candidato di Pd, Futura 2018 e Upt però è al secondo posto solo in dodici comunità di valle.
Alcune curiosità: in Valle di Fiemme l'Upt di Piero De Godenz vola al 16,49% (in Trentino è al 3,98%), mentre in Primiero Progetto Trentino si attesta oltre il 18%: evidente il traino di Marino Simoni , che però non viene eletto. Civica Trentina all'11,5% nelle Giudicarie con il neo consigliere Mattia Gottardi . Futura 2018 di Paolo Ghezzi terzo partito in Valle dell'Adige con il 13,29%.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?