Salta al contenuto principale

Il Trentino si tinge di verde: trionfo Lega

Vittoria in ogni Comunità di Valle, 16-0

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 10 secondi

Il Trentino fa il «pieno» di verde. Maurizio Fugatti dopo i risultati di ieri «pennella» tutto il Trentino con il colore storico della Lega (anche se oggi il grande capo Matteo Salvini preferisce il blu): il nuovo presidente della Provincia trionfa sull'intero territorio. È lui, infatti, il vincitore in tutte le comunità di valle: un cappotto clamoroso, che fa il paio con il cappotto altrettanto importante alle elezioni del 4 marzo scorso, che videro la vittoria di sei collegi a zero per il centrodestra. Questa volta siamo 16-0 tra Fugatti e il resto del mondo, visto che al secondo posto l'ex presidente Ugo Rossi è riuscito a superare Giorgio Tonini in tre comunità: Valle di Non, Val di Sole e Paganella. In val di Fassa, invece, alle spalle di Fugatti il candidato presidente più votato è Ferruccio Chenetti .

IL VOTO DI IERI

IL NUOVO CONSIGLIO

LE REAZIONI

L'ANALISI DEL VOTO

LE FOTOGRAFIE TRA VINCITORI E VINTI

Un dominio, quello di Fugatti. Il quale incassa il miglior risultato in territori per lui già molto favorevoli: Bassa Valsugana e Tesino (60,82%), Primiero (55,06%) e Fiemme (53,68%). Si tratta di fatto del collegio che alle elezioni politiche di otto mesi fa ha portato lo stesso Fugatti alla trionfale elezione alla Camera (è stato eletto con il 44,56%): il nuovo governatore si dimetterà non solo da sottosegretario alla Sanità ma anche da parlamentare e in primavera si andrà a votare di nuovo in queste zone a trazione leghista.
La Lega va alla grande su tutto il Trentino, anche se in alcune comunità di valle non è il primo partito: il Val di Sole lo «scettro» spetta al Patt e dagli Altipiani Cimbri arriva un autentico premio consolazione per il Pd, mentre nel Comun general de Fascia le due liste locali si spartiscono le prime piazze.
Per quanto riguarda i partiti, il Patt conferma un certo radicamento territoriale: è il primo partito (30,34%) in Valle di Sole e il secondo in diverse località, come la Bassa Valsugana e Tesino (9,65%), l'Alta Valsugana e Bersntol (13,18%), la Rotaliana (18,97%), la Paganella (21,55%) e la Valle dei Laghi (17,85%).
L'esito finale è piuttosto netto nel successo di Fugatti (46,73%) e nella differenza tra Tonini (25,4%) e Rossi (12,42%) nella classifica dei candidati presidente più votati. Come detto, il candidato di Pd, Futura 2018 e Upt però è al secondo posto solo in dodici comunità di valle.
Alcune curiosità: in Valle di Fiemme l'Upt di Piero De Godenz vola al 16,49% (in Trentino è al 3,98%), mentre in Primiero Progetto Trentino si attesta oltre il 18%: evidente il traino di Marino Simoni , che però non viene eletto. Civica Trentina all'11,5% nelle Giudicarie con il neo consigliere Mattia Gottardi . Futura 2018 di Paolo Ghezzi terzo partito in Valle dell'Adige con il 13,29%.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy