Salta al contenuto principale

Referendum, affluenza sopra il 69%

Boom in Trentino: al voto il 76,80%

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
! minuto 41 secondi

DATI ALLE 23

Secondo i primi dati arrivati al Viminale (relativi al 10% dei comuni, circa 800 su un totale di 7.998) l'affluenza alle urne alla chiusura dei seggi in Italia per il referendum va attestandosi sopra il 68%.

In regione si supera di poco il 70%, con un boom in Trentino, dove ha votato oltre il 76% (66,23% in Alto Adige).

Alle 19 i dati nazionali parlano di un'affluenza al 57,24%. Percentuale che cresce ancora se si considera il Trentino Alto Adige: 61,60%. In Trentino siamo al 63,56%, a Trento 64,32%, a Rovereto il 59,91%.

DATI ALLE 12

Secondo i dati arrivati al Viminale, l'affluenza alle urne alle ore 12 in Italia per il referendum è stata del 20,10%. Lo si rileva dal sito del ministero dell'Interno.

In Trentino Alto Adige il dato definitivo delle 12 si assesta al 21,58%, con Trento (22,38%) meglio di Bolzano (20,74).

Il 20.1% degli aventi diritto al voto, oggi alle ore 12, è andato alle urne per il referendum che modificherà o meno - a seconda se vinceranno i sì o i no - la Costituzione italiana. Un'affluenza massiccia, soprattutto al nord, se si pensa che all'ultimo referendum, quello per le trivellazioni in mare, nell'aprile scorso, andò alle urne alle ore 12 l'8.35% degli italiani mentre il referendum per la modifica del Titolo V nel 2001 vide la partecipazione, a mezzogiorno, solo del 7,8% e il referendum costituzionale del 2006 sulla devolution alle 12 vide andare alle urne il 10,1% dei votanti.  

L'affluenza finora è stata massiccia al nord, più freddo verso il quesito referendario il sud. Nelle grandi città la maggiore affluenza è stata registrata a Bologna, col 26,67%; a Milano alle ore 12 ha votato il 22,8% degli aventi diritto. A Roma la percentuale dei votanti è del 18,9, a Torino del 18,4. Minore l'affluenza al sud: a Napoli ha votato il 15%.    

Tra le Regioni, spicca l'affluenza in Emilia Romagna, con il 25,96%, seguono il Friuli Venezia Giulia, con il 24,37%, la Lombardia, con il 23,86%, la Toscana, con il 22,17%, il Trentino, con il 21,58%, il Lazio con il 19,49%.    

Dal Molise le percentuali di affluenza iniziano a scendere: è del 18,31% in questa regione; 16,37% in Puglia, 14,50% in Basilicata, 13,02 in Calabria; risale in Sardegna con il 18,78.

 

OGGI AL VOTO

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?