Salta al contenuto principale

Diego Mosna chiude con la politica

«Mi dimetto dal consiglio provinciale»

Chiudi

Diego Mosna lascia il consiglio provinciale dopo un anno

Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 18 secondi

Diego Mosna, un anno fa il candidato presidente del centrodestra in Provincia, lascia il posto da consigliere. Il vicepresidente del consiglio provinciale, Diego Mosna, ha comunicato stamane al presidente Bruno Dorigatti la decisione di rassegnare le dimissioni da consigliere provinciale.
Le dimissioni del patron della Trentino Volley, che arrivano sullo sfondo di uno sgretolamento della coalizione che aveva candidato Mosna, verranno discusse dal consiglio nella seduta del 15 dicembre prossimo.

Com’è noto, l’accettazione delle dimissioni produrrebbe l’ingresso nell’assemblea legislativa del primo dei non eletti della lista di Civica Trentina alle elezioni dell’ottobre 2013: si tratta di Claudio Cia, che ottenne 1.197 preferenze. Nella stessa tornata elettorale, Mosna ottenne da candidato alla Presidenza della Provincia 47.970 voti, pari al 19,28%, alla testa di sei liste.

Ecco la scheda biografica di Mosna dal sito del consiglio provinciale.

«Nato a Trento il 21 febbraio 1948 e tuttora ivi residente.
Frequenta le scuole superiori nella propria città e a 19 anni intraprende un’attività imprenditoriale a Milano.
Alla fine degli anni ‘70 torna in Trentino insediando a Cles due impianti produttivi (Diatec Cles spa e Diatex spa) e una Holding di controllo (Diatec Holding spa). Grazie ad alcune mirate operazioni di acquisizione giunge negli anni a costituire il Gruppo Diatec, leader mondiale nel settore dei supporti per la stampa digitale, di cui è Presidente.
Nel 2004 è finalista del concorso “Imprenditore dell’anno” Ernst&Young.
Nel 2006 viene chiamato a far parte del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Bruno Kessler, ricoprendo fino al 2008 la carica di vice-presidente.
Nel 2008 ottiene il titolo di “Trentino dell’anno” mentre nell’anno successivo viene insignito dell’”Aquila di San Venceslao”, notevole riconoscimento attribuito dal Comune di Trento in campo civile e sociale.
L’ambita nomina di “Cavaliere del Lavoro” giunge nel maggio 2010.
Le cariche di presidente del CdA in Ecoprogetto Milano srl (biodigestore anaerobico) e di amministratore unico di Cittadella dell’Energia srl riflettono il suo grande interesse per le energie rinnovabili. Lo slancio verso l’innovazione tecnologica si concretizza attraverso la costituzione e la presidenza di Advansid srl (fotomoltiplicatori al silicio).
Dal 2012 è amministratore unico di Diamelt srl, neonata società nel settore degli adesivi industriali.
Dal 2000 è alla guida di Trentino Volley, una delle principali società della massima serie nazionale di pallavolo maschile, orgoglio sportivo dell’intera provincia di Trento.
Presiede inoltre la Lega Nazionale Pallavolo serie A.
È co-fondatore della Fondazione Edo Benedetti, finalizzata alla promozione dello sport come strumento educativo».

Claudio Cia (nella foto sotto) è capogruppo della Lista civica per Trento - Morandini sindaco (centrodestra), membro della commissione consiliare per le pari opportunità, politiche sociali e abitative e della commissione consiliare per la cultura, giovani, turismo, solidarietà internazionale. La sua coalizione nel 2009 ottenne il 20,64% dei voti contro il 64,42% del centrosinistra che elesse il sindaco Alessandro Andreatta.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy