Salta al contenuto principale

Egitto: per l'abito osè, l'attrice

Rania Youssef rischia 5 anni

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 17 secondi

L'attrice egiziana Rania Youssef è stata rinviata a giudizio con l'accusa di "incitamento alla dissolutezza" per aver indossato un abito trasparente al Cairo Film Festival. Lo scrive la Bbc online. Se riconosciuta colpevole rischia fino a cinque anni di reclusione. L'attrice, 44 anni, si è scusata spiegando che non avrebbe indossato l'abito se avesse saputo che avrebbe causato problemi di questo tipo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy