Salta al contenuto principale

Papa in Irlanda: «Pedofilia,

noi abbiamo fallito»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 40 secondi

«Non posso che riconoscere il grave scandalo causato in Irlanda dagli abusi su minori da parte di membri della Chiesa incaricati di proteggerli ed educarli». «Il fallimento delle autorità ecclesiastiche - vescovi, superiori religiosi, sacerdoti e altri - nell’affrontare adeguatamente questi crimini ripugnanti ha giustamente suscitato indignazione e rimane causa di sofferenza e di vergogna per la comunità cattolica. Io stesso condivido questi sentimenti». Lo ha detto il Papa nel discorso alle autorità irlandesi. «Ho ribadito l’impegno, un maggiore impegno, per eliminare questo flagello nella Chiesa a qualsiasi costo”, ha sottolineato Papa Francesco.

«A me piace stare con le famiglie»: ha detto Papa Francesco nel saluto ai giornalisti sul volo che lo ha portato da Roma a Dublino. Il pontefice ha ricordato che è la sua seconda Festa mondiale della Famiglia dopo quella di Filadelfia. Poi Francesco ha aggiunto: «Torno in Irlanda dopo 38 anni, sono stato tre mesi per praticare l’inglese. Ho un ricordo bello, tocca il cuore». Il Papa come di consueto ha ringraziato i giornalisti: «Grazie della compagnia e del vostro lavoro».

In un telegramma inviato al presidente della Repubblica Sergio Mattarella dopo aver lasciato l’Italia per recarsi in Irlanda per l’incontro mondiale delle Famiglie il pontefice scrive: «Invoco sulla nazione italiana copiosi doni di lungimiranza e sapienza per continuare ad apprezzare e custodire il valore del matrimonio e della famiglia». Il Quirinale risponde: «L’Italia e la comunità internazionale guardano con vivo interesse a questa sua missione, segno della sua paterna vicinanza alle famiglie che, provenienti da numerosissimi paesi, si ritrovano a Dublino per ascoltare il suo alto messaggio evangelico e confermare il loro impegno ad affrontare le urgenti sfide del mondo contemporaneo con autentico spirito cristiano».

I momenti salienti della giornata sono l’incontro con le autorità al Dublin Castle, la visita alla Cattedrale dove pregherà per le vittime della pedofilia e, la sera, la Festa delle Famiglie al Croke Stadium. Prevista nel pomeriggio anche una visita al Centro dei Cappuccini che aiutano i senzatetto di Dublino.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy