Salta al contenuto principale

Austria, un nuovo passo

per chiudere i confini

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

L’Austria ha annunciato un nuovo passo di avvicinamento alla possibilità di varare un «decreto di emergenza» che chiuda i confini ai migranti.

Il ministro dell’interno austriaco, Wolfgang Sobotka, come ha riferito l’agenzia Apa, ha detto ieri che intende sottoporre al parare di esperti «nei prossimi giorni» la bozza del decreto di emergenza. A fine marzo il governo si è accordato su una normativa più rigorosa sulla concessione del diritto di asilo: prima che venga raggiunta la quota annua di migranti da accogliere, deve essere emesso un decreto di emergenza in base al quale «i confini vengono de facto chiusi» e «le richieste di asilo respinte», ha sintetizzato il sito del quotidiano Die Presse aggiungendo che «eccezioni» verrebbero fatte solo per profughi che hanno «parenti stretti» già in Austria.

L’esecutivo si richiama a una clausola di emergenza del Trattato Ue il quale, secondo il sito, consente agli Stati di deviare dalle norme sul diritto di asilo per la difesa della sicurezza e ordine interno.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?