Salta al contenuto principale

Sanders con Porto Rico

Accuse a Hillary Clinton

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Dopo aver rotto con la presidente del comitato nazionale del partito democratico, accusandola di favorire Hillary Clinton, il candidato presidenziale Bernie Sanders critica anche l’amministrazione Obama e la Camera dei deputati per l’approvazione bipartisan di un piano di salvataggio finanziario di Porto Rico, territorio non incorporato degli Usa che ha debiti per 70 miliardi di dollari.

A suo avviso, il provvedimento conferirà poteri a un «board di vigilanza non eletto e non democratico» e consentirà al governatore locale di tagliare il salario minimo a 4,25 dollari per ora sino a 5 anni, rendendo «una situazione terribile ancora peggiore». «Dobbiamo cessare di trattare Porto Rico come una colonia e iniziare a trattare i cittadini americani di Porto Rico con il rispetto e la dignità che meritano», ha scritto Sanders in una lettera ai suoi colleghi senatori. Il 5 giugno sono previsti i caucus democratici a Porto Rico,  dove domina la comunità latina, che i due candidati si stanno contendendo anche in California.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy