Salta al contenuto principale

Greta Thunberg in piazza a Roma
«Siamo stufi delle bugie»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

 «Il problema base è che nulla viene fatto per arrestare la catastrofe ecologica. Dobbiamo prepararci a lottare per lungo tempo. Non basteranno settimane o mesi, ci vorranno anni». Lo ha detto Greta Thunberg dal palco dello sciopero del clima, a Roma, in una Piazza del Popolo gremita.

«Qualcuno dice che stiamo perdendo il tempo delle lezioni. Noi diciamo che stiamo cambiando il mondo. Continueremo a lottare per il nostro futuro e il pianeta vivente. Ciao Roma!». Greta ha parlato in inglese, ricalcando in gran parte il discorso fatto ieri a un convegno in Senato. Vestiva pantaloni viola e maglia a righe e portava il cartello con la scritta «sciopero per il clima» in svedese.

«Noi bambini non stiamo sacrificando la nostra educazione e la nostra infanzia perchè gli adulti e i politici ci dicano cosa ritengono politicamente possibile nella società che hanno creato - ha proseguito Greta -. Non siamo scesi in strada per farci fare i selfie e sentirci dire quanto ammirano quello che facciamo. Noi bambini stiamo facendo questo per svegliare gli adulti, perchè vogliamo che agiscano, perchè vogliamo indietro le nostre speranze e i nostri sogni».

«Noi non siamo quelli che hanno creato questa crisi - ha detto ancora Greta -. Noi siamo nati in questo mondo dove c’è un’emergenza esistenziale ignorata, e abbiamo deciso di agire contro questa perchè siamo stufi delle bugie e delle promesse non mantenute».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy