Salta al contenuto principale

Lascia l’offerta in chiesa
ma solo per italiani
Il parroco: «Se la riprenda»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

Una persona lascia una busta con un’offerta per i poveri, accompagnandola con l’invito a darla agli «italiani in primis» e «gli stranieri per ultimi», e il parroco lo invita a riprendersela.
    
Il fatto è stato rivelato da don Gino Cicutto, a capo della collaborazione pastorale di San Nicolò e San Marco a Mira (Venezia), sul foglio parrocchiale.

«Quanto era scritto sulla busta - scrive don Cicutto - mi ha profondamente amareggiato e umiliato. Queste parole ripropongono slogan che siamo abituati a sentire, ma non hanno niente a che fare con la fede e la vita cristiana che considera i più poveri tra i primi, senza guardare il colore della pelle o la provenienza», sottolinea.

Secondo don Gino «la persona che ha scritto queste parole deve interrogarsi seriamente sul suo essere cristiano, e se non è d’accordo su quello che è la vera carità, può passare per la canonica a riprendersi la sua ‘offerta’; eventualmente può consegnarla a chi la pensa come lui - conclude - ma non deporla davanti al Signore».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy