Salta al contenuto principale

Spara al ladro e lo uccide
Indagato: eccesso di difesa
Applausi e cori in ditta

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 31 secondi

Eccesso di legittima difesa: questo il reato per cui è indagato Fredy Pacini, il titolare di una rivendita di gomme di Monte San Savino (Arezzo) che intorno alle 4 ha sparato e ucciso uno dei ladri scoperti all’interno della sua azienda dove dormiva dopo aver subito 38 furti in pochi mesi.

L’uomo avrebbe raccontato al pm Andrea Clausani di essersi svegliato per i rumori e di aver sparato d’istinto due o tre colpi di pistola. Il 29enne moldavo si è poi accasciato nel cortile dell’azienda. L’altro malvivente è riuscito a fuggire.

Il commerciante è stato accolto da applausi e grida a voce alta «bravo Fredy, bravo Fredy» da amici e conoscenti che erano davanti alla sua azienda, quando alle 12.30 è rientrato, accompagnato in auto, e ha ripreso la sua attività.

I carabinieri e le altre forze dell’ordine stanno cercando in tutto l’Aretino il complice del moldavo ucciso. Secondo la ricostruzione dei carabinieri erano almeno due le persone entrate intorno alle 4 nel perimetro dell’azienda di Pacini. All’interno del capannone sarebbe poi riuscito a entrare uno solo, il 29enne. Si cerca anche l’auto con cui i due erano arrivati sul posto: per questo potrebbero tornare utili alcune telecamere della zona. Nell’azienda di Pacini i carabinieri hanno sequestrato il piccone usato per rompere un vetro dell’ingresso e la pistola con cui il commerciante ha sparato, un’arma regolarmente detenuta.

Salvini telefona a commerciante

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini ha telefonato al commerciante Fredy Pacini che la notte scorsa ha ucciso un ladro nella sua ditta per rappresentargli «la vicinanza delle istituzioni». Lo ha riferito l’avvocato Alessandra Cheli, uno dei legali che assiste il gommista. «Pacini non se l’è sentita di parlare con il ministro, perché è troppo scosso. Ha chiamato me perché lo ricontattassi. Salvini è stato sincero», ha detto l’avvocato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy