Salta al contenuto principale

Bruxelles dice no

alla manovra italiana

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

La Commissione Ue ha deciso di respingere il Documento programmatico di bilancio italiano e di chiederne uno nuovo, che dovrà essere inviato entro tre settimane a Bruxelles.

Il commissario europeo per gli affari economici Pierre Moscovici e il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis stanno tenendo una conferenza stampa a Strasburgo in questo momento. L’appuntamento è stato fissato per illustrare i contenuti delle decisioni che saranno prese poco prima dall’esecutivo europeo nell’adottare i pareri sui progetti di bilancio dell’Italia e degli altri Paesi a cui la scorsa settimana Bruxelles ha chiesto chiarimenti.

«Non si risolvono i problemi con le dichiarazioni di guerra a destra e a manca, anche perché l’ultima dichiarazione di guerra dell’Italia non ha portato molta fortuna ai cittadini». Così il presidente del Pe Antonio Tajani sulla manovra. «Sarebbe più prudente lavorare per ottenere dei buoni risultati - aggiunge -. Credo sia giusto modificare questa manovra per avere più crescita, meno pressione fiscale, più aiuti alle imprese e più aiuti per realizzare infrastrutture, altrimenti la guerra invece che farla a Bruxelles la si farà ai cittadini italiani».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy