Salta al contenuto principale

Calabria, solo nel mese di luglio

arrestati quattro sindaci

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 43 secondi

Con l’arresto stamattina del sindaco di Guardia Piemontese (Cosenza), Vincenzo Rocchetti, accusato di peculato e falso ideologico e materiale in atto pubblico, salgono a quattro i primi cittadini calabresi finiti in manette solo nel mese di luglio.
Gli altri sindaci calabresi arrestati sono, in ordine cronologico, quelli di Palizzi (Reggio Calabria), Arturo Walter Scerbo (6 luglio); di Aieta (Cosenza), Gennaro Marsiglia (5 luglio) e di Cortale (Catanzaro), Francesco Scalfaro (12 luglio). I reati contestati ai quattro sindaci, tra l’altro, sarebbero stati commessi nella qualità di primi cittadini in relazione a fatti riguardanti l’attività degli enti locali di cui era affidata loro la gestione.
Su due dei sindaci arrestati, quelli di Guardia Piemontese e di Aieta, le indagini sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Paola, mentre su quelli di Palizzi e di Cortale hanno proceduto, rispettivamente, le Procure di Locri e di Reggio Calabria.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy