Salta al contenuto principale

Verona dice No all'Ikea

L'azienda: «Saputo dai giornali»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 9 secondi

Stupore e disappunto vengono espressi da Ikea Italia all’indomani della comunicazione da parte del Comune dell’impossibilità di realizzare il nuovo centro commerciale a Verona, nell’area Marangona. «Ikea - spiega una nota - ha appreso da fonti di stampa che il progetto presentato per la realizzazione dell’insediamento commerciale nell’area della Marangona avrebbe ricevuto un parere negativo da parte della Regione Veneto. Allo stupore dovuto all’assenza di un’adeguata e approfondita istruttoria (come meriterebbe un intervento di tali dimensioni) si aggiunge il disappunto per la scelta dell’Amministrazione comunale di comunicare tale decisione attraverso gli organi di stampa, senza alcuna informazione preventiva rivolta agli attori interessati».

«A ciò - aggiunge l’azienda - si unisce il rammarico per la bocciatura di un progetto di grande valore per tutto il territorio veneto, sul quale Ikea ha lavorato intensamente in questi anni con le Amministrazioni che nel tempo si sono succedute, manifestando in ogni occasione la disponibilità a discutere di eventuali modifiche e miglioramenti». Il colosso svedese ricorda di aver «più volte evidenziato» come il progetto rappresentasse un’opportunità per il territorio di Verona e per il Veneto tutto: «basti pensare - evidenzia - che Ikea ha previsto un investimento pari a 250 milioni di euro, con ingenti oneri e opere di compensazione a favore del Comune di Verona e della Regione e ha stimato la creazione di circa 1.000 posti di lavoro».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy