Salta al contenuto principale

Insultano il sindaco su Fb, ragazzini «condannati» al volontariato

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 45 secondi

Avevano riempito di insulti e bestemmie la bacheca Facebook del sindaco di Faenza (Ravenna) Giovanni Malpezzi, «colpevole» di non aver sospeso le lezioni in seguito ad una nevicata. Ora quasi tutti i responsabili, in maggioranza minorenni, hanno incontrato il primo cittadino, si sono scusati e si sono impegnati a fare, su proposta di Malpezzi, 15 ore di volontariato a favore di disabili e anziani.

Si è chiusa così la vicenda degli «haters» che il 26 febbraio avevano sfogato la loro rabbia sul social network. Il sindaco pochi giorni dopo aveva inviato una lettera aperta, chiedendo di poter incontrare gli autori dei messaggi, dicendo che in caso contrario avrebbe fatto denuncia. Molti ragazzi, attraverso i genitori, hanno contattato la segreteria del sindaco, sono iniziati i colloqui durante i quali i giovani si sono assunti le responsabilità. E hanno accettato la proposta di un periodo di volontariato, come risarcimento simbolico nei confronti della comunità.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?