Salta al contenuto principale

Un italiano su tre beve

sempre acqua del rubinetto

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

Un italiano su 3 (32,4%) beve sempre o quasi sempre acqua del rubinetto e il 73,7% l'ha bevuta negli ultimi 12 mesi. Gli italiani che bevono acqua del rubinetto sono aumentati del 10% fra il 2014 e il 2018. Sono i dati forniti da un sondaggio di Aqua Italia, l'associazione di categoria dei produttori di impianti per il trattamento delle acque primarie, affiliata a Confindustria. Il sondaggio è stato condotto da Open Mind Research su un campione di 2000 italiani. Il 15,4% degli italiani utilizza i chioschi dell'acqua, i distributori di acqua filtrata, refrigerata e gasata installati da molte amministrazioni comunali italiane (ribattezzati per questo "l'acqua del sindaco").

Ciascuno di questi chioschi evita ogni anno la produzione di 200.000 bottiglie da 1 litro e mezzo di plastica PET e l'emissione di oltre 9 tonnellate di gas serra CO2, generato dalla produzione e il trasporto di queste bottiglie. Il 23,7% della popolazione del Belpaese beve abitualmente acqua del rubinetto filtrata negli esercizi commerciali e il 50,8% la berrebbe se gliela offrissero. Al Sud e in Sicilia c'è maggiore diffidenza verso l'acqua filtrata: solo il 30,1% degli abitanti del Mezzogiorno la berrebbe. Il 34,7% degli italiani si è detto estremamente preoccupato della possibile presenza di sostanze contaminanti nell'acqua di rubinetto e il 55,5% abbastanza preoccupato. Le percentuali dei preoccupati sono più alte al Sud (45,3% contro 34,7% della media nazionale).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy