Salta al contenuto principale

Renzi: «Ha vinto lo schema

del "tocca a a loro"»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 10 secondi

«La mia analisi è che ha vinto lo schema del tocca a loro. Era l’unico schema possibile, perchè rispettoso della volontà popolare. Immaginate cosa sarebbe successo se avessimo fatto l’accordo con il centrodestra o con i Cinque stelle, privando uno dei due della presidenza di una Camera...». Lo dice Matteo Renzi commentando il voto sulle presidenze delle Camere all’uscita da Palazzo Madama.
Soddisfatto? «Sarei stato soddisfatto se avessi vinto le elezioni».

«Ho fatto i complimenti alla presidente Alberti Casellati, ha fatto un bel discorso. Lo stile del Pd è stato istituzionale e perfetto, cosa che in passato non sempre era accaduta, tutti i nostri senatori si sono alzati ad applaudire» al momento dell’elezione. Lo dice ancora Matteo Renzi, parlando con i cronisti all’uscita dall’Aula del Senato dopo il voto sulla presidenza.

Il gruppo Pd hanno retto nel voto su Valeria Fedeli? «Sì, bene la compattezza, è un gruppo molto tranquillo».

Renzi non entra nel merito dell’accordo raggiunto tra M5s e centrodestra: «Dal primo giorno dico ‘tocca a loro’ e oggi c’è un accordo...». I vincitori? «Non appartengo alla categoria», scherza.

A chi gli fa notare che ora entra a far parte della Casta, risponde: «Tutte le volte che mi diranno che prendo lo stipendio del Senato, risponderò ‘non dovete parlare con me, io il Senato lo volevo abolire’».

Infine, fa notare: «Ho scoperto che Palazzo Madama era della famiglia Medici».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy