Salta al contenuto principale

Di Maio: «L'Italia ha importato

il 40% dei criminali della Romania»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 10 secondi

"L'Italia ha importato dalla Romania il 40% dei loro criminali. Mentre la Romania sta importando dall'Italia le nostre imprese e i nostri capitali. Che affare questa Ue! Siccome in Italia la politica non ha mai voluto far funzionare la giustizia, anzi molto spesso l'ha sabotata volutamente, noi stiamo attraendo delinquenti, mentre le nostre imprese scappano dove i sistemi giudiziari sono più efficienti: come in Romania!". È polemica su questo post pubblicato su Facebook il 10 aprile dal vice presidente della Camera Luigi Di Maio.

Un post che, ancora in queste ore, scatena sul web diverse proteste di cittadini rumeni arrivati in Italia negli anni scorsi

La puntualizzazione - "C'è un fatto, che è inopinabile: 'il 40% dei ricercati con mandato internazionale emesso da Bucarest si trova in Italia'. Non lo dico io, lo disse nel 2009 l'allora ministro romeno della Giustizia Catalin Predoiu, dato confermato l'altro giorno a SUM #01 dal procuratore di Messina Ardita. Motivo per cui non ho nessun motivo oggettivo di mettere in dubbio questa affermazione". Così in un post il vicepresidente M5s della Camera, Luigi Di Maio. Il deputato che posta una foto e la dichiarazione del 2009 dell'allora ministro sottolinea inoltre che "Ardita ha ribadito che '4 rumeni su 10 hanno scelto il nostro Paese come luogo nel quale delinquere e questo è un problema importante che riguarda la giustizia'. Io ho ascoltato e come rappresentante dei cittadini mi sono posto il problema" spiega.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy