Salta al contenuto principale

Il Radicale Cappato indagato

per la morte di Dj Fabo

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 29 secondi

Marco Cappato è indagato per aiuto al suicidio in relazione alla morte di Dj Fabo e a seguito dell’autodenuncia di ieri davanti ai carabinieri. Il pm di Milano Tiziana Siciliano, da quanto si è saputo, ha intenzione di interrogarlo alla presenza di un legale.

«Chiunque determina altri al suicidio o rafforza l’altrui proposito di suicidio, ovvero ne agevola in qualsiasi modo l’esecuzione, è punito, se il suicidio avviene, con la reclusione da cinque a dodici anni». È quanto stabilisce l’articolo 580 del codice penale italiano, con pene che potrebbero essere scontate da Marco Cappato, il politico Radicale e tesoriere dell’associazione «Luca Coscioni» che ha deciso di accompagnare Fabiano Antoniani (Fabo) in Svizzera, per porre fine a una vita che non era più tale da quanto, nel giugno 2014, era rimasto cieco e paralizzato dopo un incidente stradale.

«Pare che io sia indagato. Sono pronto a rispondere di quello che ho fatto e che intendo continuare a fare» scrive Cappato in un tweet.

«A nome di Sinistra Italiana voglio esprimere la nostra solidarietà a Marco Cappato per l’inchiesta a suo carico aperta a Milano. Di fronte alla notizia dell’apertura delle indagini contro di lui è incredibile che in questo Paese invece di affrontare in maniera serena la discussione per garantire dignità a chi decide, anche in una forma così estrema, di autodeterminare la propria vita oggi il problema è chi ha accompagnato Dj Fabo in Svizzera.

Anche per rispondere ai pm che indagano su Cappato è necessario che il Parlamento si svegli e approvi una legge moderna, capace di incontrare i bisogni delle persone, una legge che tuteli la dignità di tutti. Grande rispetto per la scelta di Marco Cappato». Lo afferma Nicola Fratoianni segretario nazionale di Sinistra Italiana.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy