Salta al contenuto principale

Vendite fasulle sul web:

incastrati due truffatori

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

I carabinieri della Compagnia di Trento hanno scoperto l’identità di due persone che attraverso false inserzioni su due noti siti di annunci, hanno truffato, altrettanti, inconsapevoli acquirenti sul web.

In un caso un uomo di Civezzano, attirato dalla vendita di un telefono cellulare, dopo una serie di trattative via email si è fatto convincere ad effettuare un pagamento tramite ricarica su una carta di credito postepay dell’importo di 480 euro.

Nel secondo caso, a cascare nella rete di un altro truffatore è stata una donna di Lavis, allettata dalla vendita online di un robot da cucina ad un prezzo di 560 euro.

Anche questa volta, dopo vari contatti con il venditore, concordava con quest’ultimo l’immediato pagamento, sempre tramite ricarica di una postepay

In entrambi i casi, una volta ricevuto il pagamento il venditore si rendeva irreperibile non rispondendo alle numerose email e telefonate da parte delle vittime, che non ricevendo gli oggetti acquistati e, rendendosi conto di essere stati vittime di truffa, hanno sporto denuncia presso gli Uffici della Stazione carabinieri di Lavis.

Sono stati identificati e denunciati in stato di libertà M.P. 56enne originario della Campania e residente a Roma e A.L. 37enne originaria e residente in Lombardia. Entrambi dovranno rispondere del reato di truffa,

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy