Salta al contenuto principale

Rossato: pronta a volare

negli Usa per Chico Forti

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 7 secondi

Katia Rossato in missione negli Usa. Obiettivo? Liberare Chico Forti. Per ora è solo una proposta, avanzata dalla stessa consigliera leghista, che in occasione di una seduta del Consiglio provinciale ha dato la propria disponibilità.

L’occasione è stata la discussione di una mozione, poi approvata all’unanimità (31 voti), proposta da Giorgio Tonini (Pd) e sottoscritta anche da vari altri colleghi di minoranza (Demagri, Degasperi, Dallapiccola, Rossi, De Godenz, Ghezzi e Marini), per impegnare i presidenti del Consiglio e della Giunta ad intervenire presso le autorità competenti degli Stati Uniti allo scopo di ottenere una revisione del processo, e quindi della sentenza di condanna, di Chico Forti.

Nell’approfondita discussione, che ha rivisitato la nota vicenda processuale, Katia Rossato è intervenuta per dichiararsi a favore della mozione perché da anni il Consiglio provinciale chiede con analoghi atti di intervenire presso le autorità competenti per ottenere la revisione del processo a Chico Forti.

La consigliera leghista ha mostrato uno spirito bipartisan sulla vicenda, assicurando che «anche i tentativi che potrà promuovere il nuovo governo giallorosso saranno ben accolti. Rossato ha poi offerto la propria disponibilità a recarsi negli Stati Uniti per questa causa. E ha infine chiesto all’opposizione consiliare di chiedere al governo oggi in carica a Roma di prendere l’iniziativa «per smuovere» la situazione riguardante Chico Forti.

ROSSATO E LA POLEMICA SULLE ALTALENE E I BIMBI STRANIERI

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy