Salta al contenuto principale

Droga e giovani, nuovo progetto

affidato a Federico Samaden

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

Federico Samaden, dirigente scolastico dell’istituto alberghiero di Rovereto, è stato incaricato dalla Giunta provinciale di Trento di studiare delle iniziative di carattere formativo per prevenire il consumo di stupefacenti tra i giovani.

La notizia è stata comunicata in conferenza stampa dal presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, che ha parlato di un organo di lavoro per migliorare l’efficacia delle azioni di contrasto e repressione messe in campo nel corso degli ultimi mesi da parte delle forze dell’ordine. A quanto riferito dallo stesso Fugatti, la nomina è stata decisa in riferimento alle preoccupazioni evidenziate da molte famiglie trentine in merito alla facilità di reperire sostanze stupefacenti nei luoghi di aggregazione e ritrovo dei giovani.

«Cerchiamo di prestare un’attenzione particolare nei confronti del disagio giovanile attraverso l’istituzione di un organo dedicato, che possa affrontare la questione dal punto culturale ed educativo», ha aggiunto Fugatti.

L’attività di contrasto allo spaccio di droga, a quanto emerso, si è intensificata nel corso degli ultimi due mesi, con il sequestro di 2,5 chilogrammi di stupefacenti e la denuncia di 55 persone in Trentino, di cui 45 agli arresti e 10 a piede libero.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy