Salta al contenuto principale

In Trentino siamo 541.098

Più 1.200 con saldo migratorio

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
7 minuti 27 secondi

Sono 541.098 i residenti in Trentino “fotografati”, al 1° gennaio 2019, dal bilancio demografico dell’Ispat, l’Istituto di statistica della provincia di Trento).

Rispetto all’anno precedente, siamo aumentati di 1.200 unità, pari a un incremento relativo del 2,2 per mille.



I nati vivi residenti ammontano a 4.353 unità: il tasso di natalità si è attestato sul valore di 8,1 nati per mille abitanti, lievemente inferiore a quello dell’anno precedente (8,3 per mille), ma superiore rispetto alla media nazionale (7,4 per mille).

Il numero dei morti residenti ammonta a 5.014 unità e il tasso di mortalità è risultato pari a 9,3 per mille, leggermente inferiore all’anno precedente (9,4 per mille) e sotto la media nazionale (10,5 per mille).

Il saldo naturale si presenta con segno lievemente negativo (-661 unità) e conferma ormai per il quarto anno consecutivo l’interruzione dell’andamento positivo, che era in atto dalla seconda metà degli anni Novanta.

Il saldo sociale presenta un valore positivo pari a 2.869 persone, sostanzialmente in linea con quello del 2017 (inferiore di sole 62 unità). Rispetto all’anno precedente, il saldo migratorio con l’estero risulta in decremento in seguito a una diminuzione delle iscrizioni dall’estero e a una contemporanea stabilità delle cancellazioni per l’estero. Sempre rispetto al 2017, il saldo migratorio con i comuni italiani è in crescita, prevalentemente per effetto di un aumento delle iscrizioni da altri comuni.

I dati evidenziano come nel 2018 la popolazione trentina aumenti esclusivamente per l’entità del saldo sociale (o migratorio). In base ai dati stimati dall’Istat, la provincia di Trento risulta ancora una delle pochissime realtà italiane con la popolazione in crescita. Nel 2018, infatti, le uniche aree con la popolazione in aumento sono la provincia di Bolzano e la provincia di Trento, l’Emilia-Romagna, la Lombardia e il Veneto.

L’aumento della popolazione non si presenta uniforme su tutto il territorio provinciale, per effetto di saldi naturali e migratori notevolmente diversificati. Le aree in cui si assiste agli incrementi percentuali maggiori di popolazione sono le Comunità Alto Garda e Ledro (6,5 per mille), Rotaliana-Königsberg (6,0 per mille) e Alta Valsugana e Bersntol (4,8 per mille).

I decrementi percentuali maggiori si registrano, invece, nelle Comunità di Primiero (-5,3 per mille), della Valle di Cembra (- 3,4 per mille), della Valle di Sole (-3,3 per mille) e della Valsugana e Tesino (-3,0 per mille). La Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri non presenta alcuna variazione, confermando esattamente la popolazione dell’anno precedente.

Dal punto di vista geografico e amministrativo, nel 2018 i Comuni della provincia di Trento sono 176. Dal 1° gennaio 2016, sono stati istituiti in provincia di Trento 17 nuovi Comuni e sono stati contestualmente soppressi 49 Comuni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy