Salta al contenuto principale

Ubriaco si schianta in e-bike:

in vent'anni 8 revoche della patente

per tasso alcolico sopra la media

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

Si è preso, per l’ottava volta negli ultimi vent’anni, una denuncia per guida in stato di ebbrezza, malgrado non avesse più la patente, perchè gli era stata revocata nel 2015, dopo l’ennesima violazione alcolica.

Protagonista un sessantenne di Lavis, che venne sanzionato la prima volta nel 1999. In quel caso gli venne ritirata la patente, ma questa volta - a differenza dei tanti precedenti - l’uomo non era alla guida di un mezzo a motore ma di una moderna e-bike. Ubriaco, hanno constatato i carabinieri, che lo hanno soccorso dopo che era caduto rovinosamente, forse per i riflessi non troppo pronti e perchè in un tratto in leggera discesa, ferendosi alla testa ed al torace.

Al controllo medico delle lesioni fatto in ospedale, è seguito anche quello dell’alcol nel sangue, che ha certificato un livello pari ad 1,4 grammi su litro, tre volte superiore alla soglia minima tollerata. L’articolo del Codice della strada che sanziona la guida in stato di ebbrezza non fa sconti ai ciclisti e così mettersi in sella ad un bici dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo può costare una denuncia: proprio quello che è successo al sessantenne, che ora dovrà rispondere della sua condotta davanti a un giudice.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy