Salta al contenuto principale

Riecco la banda delle Bmw
Auto saccheggiata a Canova

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 33 secondi

L’auto, una Bmw 520, era parcheggiata nel cortile di un condominio, nella zona vicino alla chiesa di Canova. È stata l’unica vettura in mezzo a tante ad essere “saccheggiata” nella notte tra giovedì e venerdì: i ladri hanno spaccato il vetro per riuscire ad introdursi nell’abitacolo e poi si sono messi al lavoro per smontare gli interni. In pochi minuti hanno portato via la centralina, il navigatore, l’impianto radio, il climatizzatore, il freno a mano e tutto ciò che è facilmente rivendibile sul mercato.

Il proprietario dell’auto, Mauro Zeni, ieri mattina ha subito chiamato la polizia. «Erano le 7. Stavo andando al lavoro, ma non ho potuto muovermi: dall’auto mancava pure il pulsante dell’accensione. Ho avvertito l’assicurazione e concordato il trasporto all’officina», spiega. Il danno è ingente: ci vorranno 12mila euro per ripristinare gli interni.

È tornata in azione, dunque, la “banda delle Bmw”: si tratta di “professionisti del furto” che prendono di mira le auto di grossa cilindrata (non solo Bmw, ma anche Audi) per “saccheggiarle”. I pezzi sarebbero poi rivenduti nei Paesi dell’Est. Un’ondata di questo tipo di furti c’era stata lo scorso dicembre in Valsugana, ma alcuni casi da gennaio ad oggi sono stati registrati anche a Trento.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy