Salta al contenuto principale

Lavaggio delle strade:

220 multe in due giorni

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 3 secondi

Si dice che, nella vita, esistono solo due certezze: le tasse e la morte. Ma a Trento possiamo aggiungerne una terza: la raffica di sanzioni che accompagnano la pulizia delle strade cittadine. Non ci sono cartelli stradali, pannelli luminosi o app sul telefono in grado di fermare l'emorragia di denaro che esce dalle tasche dei trentini. Basti pensare che, nei primi due giorni di lavaggio strade, sono state elevate ben 220 sanzioni: 50 lunedì, il primo giorno, e 170 martedì. 

Il lavaggio notturno è iniziato l'8 aprile e proseguirà fino al 20 maggio: dal lunedì al giovedì dalle ore 20 alle 3.30, il venerdì dalle 20 alle 2, Dolomiti Ambiente provvede a spazzamento e pulizia delle strade. Il primo giorno le vie interessate sono state quelle della zona di Cristo Re (via Ambrosi, piazza Centa, via Romagnosi, poi via Segantini e via Vannetti), mentre il martedì la macchina spazzatrice ha operato nella zona di via Rosmini, piazza Santa Maria Maggiore, via Travai, via Verdi e il piazzale Zuffo, con multe triplicate rispetto al primo giorno. 

IL CALENDARIO DEL LAVAGGIO STRADE

La violazione contestata dagli agenti è quella prevista dall'articolo 7, commi 1 e 14 del codice della strada: una multa da 41 euro (più un euro per la notifica), che può essere ridotta a 28,70 (con un risparmio del 30%) per chi paga entro 5 giorni dall'accertamento.
Chi incorre in una sanzione, spesso, si lamenta di non avere visto i cartelli, ma va detto che - almeno quarantotto ore prima dell'intervento - nelle zone interessate viene posizionata la segnaletica indicante il divieto di sosta e fermata dalle 19 alle 5 del giorno successivo. I cartelli sono poi oggetto di una triplice verifica da parte degli agenti, che possono pertanto appurarne collocazione e visibilità. Proprio per cercare di garantire la massima informazione ai cittadini l'avviso relativo al lavaggio stradale viene pubblicizzato sui mezzi di informazione e sul sito internet del Comune viene riportato, giorno per giorno e distinto per via, l'elenco delle strade interessate al divieto di sosta e fermata dalle 19 alle 5 del giorno successivo. Per i più tecnologici è stata pensata anche l'applicazione Trento Pulizia Strade, che consente di controllare il calendario giornaliero dei divieti di sosta connessi alla pulizia delle strade, gli orari e impostare anche un promemoria. 

La raffica di multe, però, dimostra che, nonostante i molteplici canali informativi, in tanti - soprattutto nelle vie vicine al centro con il maggiore numero di posteggi, come via Veneto, via Rosmini o via Grazioli - i trentini continuano ad ignorare i divieti. E così le sanzioni continuano a fioccare.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy