Salta al contenuto principale

Giornata Mondiale dell'autismo

in piazza Fiera a Trento

il flash-mob con Anffas - VIDEO

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 34 secondi

Oltre 300 persone hanno preso parte questa mattina al flash mob di sensibilizzazione sulle disabilità e sull’autismo in piazza Fiera a Trento. L’evento è stato organizzato dall’Anffas del Trentino in collaborazione con alcune classi dell’Istituto pavoniano artigianelli per le arti grafiche della città, in occasione della Giornata mondiale per la consapevolezza sull’autismo e per i dieci anni del laboratorio artistico per disabili «Articà».

Il flash mob ha visto i partecipanti creare una complessa coreografia all’interno della piazza, caratterizzata da cerchi concentrici che si intrecciavano tra loro. Hanno partecipato una sessantina di persone dell’Anffas, tra utenti e animatori, e circa 250 studenti, incaricati anche di realizzare la grafica di bandierine e volantini utilizzati nel corso dell’iniziativa.

GUARDA IL VIDEO 

Una delle associaziuoni che in Trentino si occupano di autismo si chiama Agsat ed è l’associazione senza scopo di lucro dei genitori soggetti autistici del Trentino. Una realtà guidata dal presidente Alessandro Zanon, con il coordinamento della dottoressa Irene Colizzi, che oggi, in occasione del «Blue day», giornata mondiale per la consapevolezza e la sensibilizzazione sull’autismo, ha fatto visita con una delegazione al presidente del Consiglio provinciale, Walter Kaswalder, a Palazzo Trentini.

«Abbiamo accolto con piacere l’invito delle istituzioni», ha detto Zanon, «perchè capovolge un pò il consueto punto di vista: solitamente siamo infatti noi, oggetto di visita, ma questa apertura ci ha fatto molto piacere perchè in questo giorno speciale rinnova l’attenzione verso la nostra realtà».

Obiettivo di Agsat, che rappresenta un punto di riferimento prezioso per le famiglie con figli autistici dai 20 mesi all’età adulta, è quello di rispondere alle esigenze di tipo riabilitativo sanitario-sociale attraverso la creazione e l’implementazione della rete entro la quale la persona e la sua famiglia sono inserite. Il presidente del Consiglio ha ringraziato gli ospiti e si è reso disponibile a sensibilizzare su questa realtà l’assessorato provinciale competente.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy