Salta al contenuto principale

Vandalismi alla chiesa

spaccati vetri e un crocifisso

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 40 secondi

Un grosso sanpietrino scagliato contro una delle finestre della navata della chiesa, la statuetta in legno del crocifisso di un vicino capitello distrutta ed altri sassi scagliati nel parco davanti al sagrato: notte di vandalismi quella tra martedì e ieri a Montevaccino, dove ignoti hanno preso di mira la chiesa parrocchiale di San Leonardo e la zona circostante.
Ad accorgersi di quanto accaduto, ieri mattina verso le 8, sono stati alcuni parrocchiani ritrovatisi per la messa del mercoledì, che hanno subito allertato il sacrestano ed il parroco delle comunità di Martignano e Montevaccino, don Mario Tomaselli.
Nel sobborgo è salita anche una pattuglia delle volanti della questura per un primo sopralluogo e per effettuare i rilievi, in attesa che venga sporta denuncia.
L’episodio ha creato sconcerto in paese, dove non si ricordano episodi del genere, in particolare contro la chiesa. Vandalismi in passato avevano interessato l’area attrezzata sopra al paese, in un parco dotato di tavoli, panche e una tettoia per pic nic e barbecue, ma tutto era stato legato all’inciviltà di alcuni gruppi di giovani.
L’obiettivo e le modalità con cui è sato portato avanti il raid vandalico della notte tra martedì e ieri, invece, lasciano spazio a maggiori preoccupazioni.
Il grosso sasso è stato lanciato contro una delle due finestre della navata, sul lato sinistro della chiesa, verso il cimitero. Il sanpietrino è stato ritrovato all’interno della chiesa assieme ai frammenti di vetro della finestra danneggiata.
Poco sotto il sagrato, all’inizio di una strada che porta nei campi e di quella che scende a Montevaccino di sotto, è stato poi danneggiato il capitello votivo realizzato da privati: la statuetta del crocifisso è stata asportata e rotta in più pezzi, ritrovati nei dintorni.
Altri sassi sono stati poi trovati nel parco davanti alla chiesa, asportati dal ciottolato del sagrato. Purtroppo in zona non ci sono telecamere di sorveglianza e sarà molto difficile risalire al responsabile o ai responsabili: l’installazione di un sistema di videosorveglianza da parte del Comune è prevista soltanto per i prossimi mesi.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy