Salta al contenuto principale

Legge sulla toponomastico

a rischio incostituzionalità:

Bolzano la abrogherà

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 49 secondi

La legge provinciale sulla toponomastica sarà abrogata. Troppo alto il rischio di incostituzionalità per il provvedimento, che la Giunta provinciale di Bolzano, con un disegno di legge, ha deciso di cancellare. Lo ha comunicato il governatore altoatesino, Arno Kompatscher, nel corso della consueta conferenza stampa del martedì.

«La legge che avrebbe dovuto regolamentare la toponomastica non è mai stata attuata, ed è stata impugnata dal Governo anche per la mancanza della norma di attuazione. Gli esperti ci dicono che nell'udienza prevista il prossimo 2 aprile la legge sarà dichiarata incostituzionale e quindi in questo momento è consigliabile l'abrogazione per poi trovare una soluzione con il Governo attraverso la Commissione dei sei», ha spiegato Kompatscher. L'iter, quindi, passerà prima attraverso l'adozione di una norma di attuazione e, solo successivamente, si arriverà ad un nuovo impianto legislativo provinciale in materia.

La nuova legge era al centro di aspre polemiche, perché cancellòava di fatto centinaia di dizioni italiane (molte delle quali introdotto forzosamente dal fascismo, con lo studio di Tolomei). 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy