Salta al contenuto principale

Precari scuola, in arrivo

93 stabilizzazioni

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 40 secondi

Nel settore degli Ata (i lavoratori del settore amministrativo e tecnico delle scuole trentine) sono in arrivo nuovi concorsi per ridurre il precariato. Una decisione che la giunta provinciale dovrebbe prendere, per i primi due concorsi dell'anno, nelle prossime settimane. Per poi continuare con altre assunzioni fino a copertura del fabbisogno. 

In arrivo per ora sono 93 le stabilizzazioni nel corso dell'anno come ha annunciato la funzionaria del Dipartimento della Conoscenza Francesca Mussino ai rappresentanti sindacali del settore Ata. Ad annunciarlo sono Angelo Platzer e Antonietta Scarsella della Uil Scuola che hanno partecipato all'incontro. 

La Provincia, attraverso la dottoressa Mussino, spiega Platzer in una nota, «ha comunicato alle organizzazioni sindacali che in primavera verranno attivate le procedure per i concorsi riservati per gli assistenti di laboratorio scolastico e per gli assistenti amministrativi scolastici, che prevederanno la stabilizzazione» di 44 assistenti di laboratorio e di 24 assistenti amministrativi.
Anche per gli assistenti educatori è previsto, a seguire, un bando di concorso riservato per la stabilizzazione di circa 25 precari, con modalità da definire.  

In autunno verranno formalizzati i concorsi pubblici per assistenti amministrativi scolastici e assistenti linguistici. I requisiti d'accesso e le modalità concorsuali saranno esplicitati nel bando che la giunta provinciale dovrebbe approvare nelle prossime settimane. La Uil Scuola chiede che si preveda anche un concorso riservato per la stabilizzazione dei collaboratori scolastici e dei coadiutori amministrativi scolastici, «visto che, a fronte dei diversi posti vacanti, da parte dell'amministrazione non c'è stato alcun riferimento in merito» sottolinea ancora Platzer. 

«La delegazione Uil Scuola ha chiesto inoltre che le prove concorsuali siano coerenti con le competenze effettivamente richieste dalla mansione, e non si concretizzino in richieste di nozionismo a tutto campo, come più volte si è verificato negli ultimi concorsi, rivolti sia a personale Docente che Ata» spiega ancora il sindacalista. In base a quanto comunicato ai sindacati dalla Provincia, poi, sono previsti «in seguito concorsi pubblici per tutte le figure del mondo Ata con modalità e tempi da definire, per la copertura dei fabbisogni».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy