Salta al contenuto principale

Sciopero dei medici, Fugatti
attacca la Cisl: «Inaccettabile»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

«Noi ci siamo impegnati fin dall’inizio con grande apertura e disponibilità, al fine di trovare una soluzione condivisa, ma abbiamo avuto grandi difficoltà di rapporti con il sindacato della Cisl Medici, che sta portando avanti quella che dovrebbe essere una normale dialettica fra le parti in maniera del tutto inaccettabile». Così il presidente, Maurizio Fugatti, risponde alle critiche nei confronti della Provincia, esposte oggi sui quotidiani locali dalla Cisl Medici del Trentino, che ha proclamato due giorni di sciopero.

«Ce l’abbiamo davvero messa tutta – precisa Fugatti – incontrando in varie occasioni, anche personalmente, le organizzazioni sindacali ed avanzando una serie di proposte - spiega il presidente – ma a nostro avviso, Cisl medici non si è dimostrata un interlocutore affidabile. Siamo francamente preoccupati per le prossime eventuali trattative e riteniamo che per poter riprendere corrette relazioni sindacali debba esserci un cambio di atteggiamento sostanziale. Occorrerà quindi recuperare questa credibilità - conclude il presidente - se si vuol davvero tornare al tavolo della trattativa, nell’interesse, prioritario, dei cittadini».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy