Salta al contenuto principale

Cani antidroga ancora a segno

Arrestati a Trento 2 spacciatori

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 3 secondi

Non perdono un colpo i cani antidroga della Guardia di Finanza di Trento. Gli ormai celebri Nabuco e Apiol hanno messo nei guai due spacciatori.

Il primo di questi, un tunisino di 33 anni, regolarmente domiciliato a Trento, era sospettato di spacciare sostanze stupefacenti perché più volte era stato notato fare la spola tra le zone di Piazza Dante e Cadine.

Durante un servizio di controllo, l’uomo è stato puntato dai cani antidroga Nabuco e Apiol, che hanno subito segnalato la presenza di «odore spento» di stupefacente: a quel punto, nonostante il tunisino non avesse della droga con sé, i finanzieri hanno deciso di controllarne l’abitazione. Entrati nell’appartamento, a Cadine, i militari hanno trovato un altro soggetto, J.W. di 37 anni, anch’egli tunisino regolarmente residente in Italia, intento a confezionare le dosi di droga da vendere successivamente nelle piazze di spaccio.

La perquisizione ha portato alla luce mezzo etto di droga pesante tra eroina e cocaina, per un valore di circa tremila euro sul mercato, un bilancino di precisione e 325 euro in contanti.

La droga rinvenuta è stata sequestrata e i due soggetti, sono stati immediatamente arrestati e, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dopo un processo per direttissima avvenuto in data odierna, tradotti nel carcere di Verona in attesa di giudizio.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy