Salta al contenuto principale

Colpo alla farmacia Clarina 

Ma i ladri perdono i soldi

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 48 secondi

Il furto alla farmacia comunale Clarina di via Degasperi, alle 3 di ieri notte, era praticamente riuscito: i ladri hanno messo le mani nella cassaforte e preso il denaro.

Un «colpo» da seimila euro che però è andato in fumo, perché durante la fuga i malviventi hanno perso le banconote per strada. Parte del denaro, sparso tra i cespugli del giardino pubblico di via Volta, è stato trovato da una donna che portava a spasso il cane; circa quattromila euro erano invece nella tasca di uno zainetto che la polizia ha recuperato nelle vicinanze del parco.

Ieri mattina la farmacia Clarina era aperta regolarmente. Nessun disagio per i clienti, dato che la porta d’ingresso, divelta dal malviventi, è stata presto riparata. Anche all’interno della farmacia non c’era alcun segno del «colpo» della notte precedente: non sono stati portato via farmaci, né prodotti in esposizione. Come ricostruito dalla polizia, i malviventi dopo aver forzato con un piede di porco la saracinesca e la porta d’ingresso automatica si sono diretti sul retro. Hanno ignorato anche l’armadietto blindato che contiene gli stupefacenti, perché l’obiettivo era uno solo: la cassaforte. Sono riusciti ad aprirla con la mola a disco e hanno arraffato tutto il denaro contenuto, circa seimila euro. Ma nel frattempo qualcuno aveva avvisato la polizia, svegliato dal rumore degli arnesi da scasso.

Quei pochi minuti che i malviventi calcolavano di avere a disposizione per prendere il bottino e far perdere le proprie tracce non sono bastati: la volante della polizia è arrivata in via Degasperi poco dopo la chiamata del cittadino. Gli agenti della squadra volante hanno scorto all’interno i ladri, che - vistisi scoperti - sono usciti dalla farmacia dalla porta laterale (avevano già predisposto la via di fuga) e scappati di corsa in via Degasperi. Tre-quattro persone sono state viste fuggire nella notte. È iniziata la caccia all’uomo, con gli agenti che hanno rincorso a piedi i malviventi. Ma ad un certo punto i ladri si sarebbero divisi facendo perdere le loro tracce nelle strade della Clarina.

Alcune ore dopo, mentre si stavano concludendo i rilievi all’interno della farmacia da parte degli investigatori, è arrivata la segnalazione di una cittadina che era a passeggio con il cane nell’area verde di via Volta. Erano le 7 del mattino e la donna si è accorta che l’animale stava giocando con qualcosa per terra: era una banconota.

Attorno c’era altro denaro, tra cui una fascetta di monete. La donna ha raccolto tutti i soldi che ha trovato in quel punto del parco, li ha messi in una borsa di plastica, consegnata poi agli agenti. I poliziotti, che nel frattempo avevano recuperato alcuni arnesi da scasso utilizzati dal malviventi (la mola a disco era stata lasciata vicino alla cassaforte), hanno setacciato il parco e recuperato uno zainetto, forse perso dai ladri, forse abbandonato vicino ai cespugli: in una tasca hanno trovato gran parte delle banconote sparite dalla farmacia e all’interno alcuni ricambi della mola a disco.

Il denaro recuperato, pari a due terzi di quello sparito dalla cassaforte, è stato consegnato alla responsabile della farmacia Clarina. «Ringraziamo la persona che ha dato l’allarme nella notte, permettendo il pronto intervento della polizia - evidenzia il direttore generale delle Farmacie Comunali di Trento, Lorenzo Arnoldi - Avrò modo nei prossimi giorni di incontrare la donna che ha trovato il denaro, per manifestare la nostra gratitudine».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?