Salta al contenuto principale

Arrestato l'uomo del Suv
che uccise Rosanna Tamanini
L’accusa: era ubriaco

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 52 secondi

L’automobilista che l'altroieri ha investito e ucciso un’anziana a Trento, 82 anni, è stato arrestato dai carabinieri per omicidio stradale, con l’aggravante della guida in stato di ebbrezza. Si tratta di un uomo di 53 anni.

L’incidente era avvenuto a Villazzano nel pomeriggio di martedì e a perdere la vita era stata Rosanna Tamanini, ex vicesindaco di Vigolo Vattaro.


 

LA CRONACA DELL'INCIDENTE

È morta mentre attendeva l’autobus, travolta da un suv lungo via Marzola, nella parte alta di Villazzano. Rosanna Tamanini, 82 anni di Vigolo Vattaro, dove è stata a lungo vicesindaco, stava aspettando il passaggio della corsa numero 6 per raggiungere la città e rincasare, dopo aver trascorso alcune ore a Villa Belfonte, dove è ospite la sorella Alberta.

Erano da poco passate le 16 e l’anziana era in attesa sul marciapiede, a pochi passi dalla fermata, all’esterno di una curva in salita, lungo la strada che sale tra le abitazioni: improvvisamente è sopraggiunta la Toyota Rav 4 grigio chiaro condotta da un uomo di 53 anni di Villazzano. Salendo, il suv è finito sulla corsia di marcia opposta alla propria, balzando sul marciapiede e non lasciando scampo all’ottantaduenne che è stata travolta, rimanendo schiacciata tra la vettura ed il muro di cinta della casa all’esterno della quale si trova la fermata.
Immediati i soccorsi, allertati dai vicini che sono accorsi in strada dopo aver udito lo schianto ed hanno immediatamente attivato la centrale unica per le emergenze contattando il 112: in via Marzola sono arrivati i sanitari con due ambulanze e l’automedica con il rianimatore a bordo, i vigili del fuoco volontari di Villazzano e ai permanenti di Trento oltre alle forze dell’ordine, con gli agenti della polizia locale e i militari del radiomobile della compagnia dei carabinieri di Trento.

I medici hanno tentato di soccorrere la donna, ma i numerosi traumi riportati a seguito tanto dell’impatto contro la vettura che contro il muro alle sue spalle, non le hanno lasciato scampo e per lei non è stato nemmeno possibile tentare il trasporto in ospedale: è spirata là dove si trovava tranquillamente prima dell’arrivo della vettura.
In ospedale è stato invece trasferito l’investitore cinquantatreenne, che a seguito dell’uscita di strada dalle tragiche conseguenze ha riportato contusioni non gravi ma ha accusato un malore, ed è stato trasferito a Trento in stato di shock.

A lungo i militari dell’Arma e gli agenti della polizia locale - con la collaborazione dei vigili del fuoco volontari di Villazzano che hanno illuminato la zona anche dopo il sopraggiungere del buio - hanno lavorato per ricostruire con la necessaria precisione la dinamica dell’incidente: il conducente è stato sentito dai militari dell’Arma in ospedale.
Senza dubbio l’impatto è stato molto violento: la Toyota Rav 4 grigia oltre a travolgere la sfortunata Rosanna Tamanini ha letteralmente abbattuto parte del muro di cinta della casa che si affaccia su quel tratto di strada. Rimane ora da capire che cosa abbia provocato l’uscita di strada in velocità del suv: l’asfalto era umido e già in piena ombra all’ora della tragedia e non è escluso che il conducente della vettura abbia accelerato dopo aver perso aderenza, per poi perdere il controllo del mezzo, oppure che abbia semplicemente sbandato in accelerazione o, ancora, che abbia accusato un malore o sia incappato in un momento di distrazione.

Quel che è certo, purtroppo, è che Rosanna Tamanini ha perso la vita nella maniera più assurda, mentre si trovava sul ciglio di una strada poco trafficata della collina.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy