Salta al contenuto principale

Mercatini di Natale e fiera di Santa Lucia

Così Trento si prepara all'«invasione»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 30 secondi

Dai mercatini di Natale alla tradizionale fiera di Santa Lucia, che quest’anno cade in concomitanza con la ricorrenza dell’Immacolata concezione, il prossimo sarà uno dei fine settimana invernali in cui si concentra un alto numero di iniziative nel capoluogo, e per cui si prevede una grande presenza turistica.

Nelle giornate di sabato e domenica, infatti, si prevede infatti una vera e propria invasione pacifica della città, supportata dall’arrivo dell’ultimo treno speciale con più di seicento visitatori dalla Lombardia. Già da qualche giorno, gli hotel di Trento registrano il tutto esaurito, mentre si vanno riempiendo rapidamente anche le strutture periferiche e quelle collocate ai margini del territorio cittadino. Pullman di turisti, ma anche camper e caravan, sono attesi da ogni angolo d’Italia e dall’estero, in una delle stagioni in cui si rileva il maggior afflusso di stranieri di sempre, in particolare da Austria, Germania e Paesi dell’Est Europa.

Per affrontare le due giornate di traffico straordinario, in considerazione anche della chiusura alle auto di parte delle arterie che lambiscono il centro storico e di alcuni dei parcheggi più vicini alle attrazioni di Trento, l’amministrazione comunale, in collaborazione con la Polizia locale, ha emananti nei giorni scorsi una serie di ordinanze interdittive, mentre si prevede l’apertura di nuovi spazi per il parcheggio a cura degli studenti di buona parte degli istituti scolastici della città.

Per consentire lo svolgimento della fiera di Santa Lucia, che porterà nelle strade principali oltre 400 bancarelle, è stato istituito il divieto di transito veicolare e di sosta e fermata (con rimozione dei veicoli lasciati sulle strade) in buona parte delle strade del centro storico. Da via Pozzo (nel tratto compreso tra via Roma e via Torre Vanga) fino a piazza Fiera, passando per via Suffragio, via Galilei, piazza Erbe, via Mantova (tra via Roggia Grande e largo Carducci), piazza d’Arogno e via Capvour, sarà interdetta la circolazione e la sosta di qualsiasi veicolo dall’una di notte dell’8 dicembre fino al termine delle operazioni di sgombero (previste nella sera del 9).

Il piazzale di Sanseverino risulta chiuso da ieri, salvo 60 posti auto nella parte Sud, per consentire l’istallazione del parco divertimenti (luna park), che verrà aperto il prossimo 7 dicembre e rimarrà in città fino al 16.

Di conseguenza, per supplire alla carenza di posti auto, verranno aperti i parcheggi degli istituti scolastici della città, per l’occasione gestiti direttamente dagli studenti oppure da gruppi e associazioni a scopo benefico. Risulteranno fruibili i piazzali del Seminario minore (via Endrici), dell’istituto Salesiano, del «Tambosi-Battisti» (via Barbacovi), dell’istituto «Buonarroti-Pozzo» (Via Brigata Acqui), dei licei «Prati» (piazza Garzetti) e «Da Vinci» (via Giusti), e delle medie «Bresadola» (via del Travai) e «Manzoni» (corso Buonarroti). Per i camper ed i caravan sarà invece in servizio l’area di rimessaggio di via Ragazzi del ‘99.

Per garantire il corretto svolgimento delle manifestazioni, la Polizia locale sarà presente con 80 agenti (anche in borghese) sugli snodi stradali principali e all’interno dell’area urbana interessata dalla fiera.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?