Salta al contenuto principale

I non vedenti oggi in assemblea

«Noi, cittadini con un ruolo attivo»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 53 secondi

Le sale della cooperativa sociale Irifor del Trentino hanno ospitato nel primo pomeriggio di oggi l’assemblea dei soci della sezione di Trento dell’Unione italiana ciechi e ipovedenti (Uici). Questa assemblea d’autunno rappresenta non solo un semplice evento formale per l’approvazione della relazione e dei documenti contabili, ma soprattutto una ulteriore occasione di incontro e di confronto con gli associati sui concreti problemi delle persone cieche e ipovedenti e delle loro famiglie.

«L’assemblea - come ha ricordato il presidente Dario Trentini - costituisce un indispensabile momento di aggregazione per la nostra Unione per rafforzare il legame tra direttivo e base associativa».

Un messaggio raccolto da Mauro Marcantoni, socio e presidente dell’assemblea odierna, che ha ricordato come l’Autonomia sia parte fondante del Trentino e del suo tessuto sociale: «E proprio per questo motivo, quando parte una nuova legislatura, tutti siano chiamati a contribuire, a dare il nostro contributo».

Alla giornata era presente anche la giunta provinciale, con il presidente Fugatti e l’assessora alla salute Segnana: «Da voi sono venuto da sottosegretario alla Salute e non ho voluto mancare da presidente della Provincia autonoma. Nel tempo ho avuto modo di conoscere le esigenze dell’Unione ciechi ed ipovedenti. Insieme le porteremo avanti» ha detto Fugatti, il quale ha ricordato il lavoro svolto in passato. Da governatore Fugatti ha voluto ribadire l’impegno a dare risposte ad un’associazione che si è distinta per la qualità del lavoro svolto a favore della comunità. Con lui ha partecipato all’assemblea anche l’assessore provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana.

Riprendendo una sottolineatura ripetuta in sala, il presidente Fugatti ha sottolineato come «il cieco non è una personale normale a cui manca la vista. Ciechi ed ipovedenti sono persone che costruiscono la propria normalità su quattro dei cinque sensi. Il Trentino ha bisogno di tutti, anche e soprattuto di voi, della vostra sensibilità e della vostra forza, per ripartire».

L’assessore Stefania Segnana ha garantito l’impegno a seguire il percorso di Uici Trentino: «A due giorni dalla mia nomina sono qui per ascoltare e garantirvi il mio impegno e della nuova squadra di governo provinciale per risolvere non solo i problemi ma per costruire nuovi percorsi e concorrere alla crescita della società trentina».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?