Salta al contenuto principale

Bus urta pedone

ferito un 66enne

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 20 secondi

Ha rischiato di venir travolto da un autobus il sessantaseienne trentino che nella prima mattinata di ieri stava attraversando il tratto di strada tra il chiosco davanti al palazzo della Provincia ed il parco, in piazza Dante.

L’incidente, che per fortuna ha visto l’uomo finire a terra dopo essere stato solamente urtato dall’autobus, si è verificato poco dopo le 6.

L’uomo, G. R., non si è accorto dell’arrivo da via Dogana del mezzo pubblico, con l’autista che a sua volta, complice anche la scarsa luce a quell’ora del mattino, ha notato la sagoma del sessantaseienne solo all’ultimo momento, dopo aver già iniziato ad effettuare la manovra di svolta a sinistra per abbandonare via Dogana e transitare tra il palazzo della Provincia ed il parco, dove si trovano alcune pensiline. Il conducente dell’autobus ha fermato subito il mezzo: a bordo non si trovavano utenti, dato che la corsa non era parte del servizio urbano ma una navetta ad uso interno per trasferire il personale di Trentino Trasporti dalla sede ed il deposito di via Innsbruck a piazza Dante.

Immediati i soccorsi, con lo stesso autista ed altri testimoni che hanno contattato la centrale unica di emergenza, con gli operatori del 112 che hanno inviato in piazza Dante i sanitari - intervenuti con un’ambulanza - sul posto assieme agli agenti di polizia delle volanti, che hanno curato i rilievi. Il sessantaseienne è stato trasferito all’ospedale Santa Chiara di Trento, dove si trova in condizioni non gravi.

Fortunatamente l’autobus, essendo impegnato nella manovra per svoltare, stava procedendo a velocità moderata, un elemento, questo, determinante per limitare le conseguenze per il sessantaseienne: nessun dubbio, in base agli elementi raccolti dalle forze dell’ordine, sul fatto che l’uomo non si trovasse sulle strisce pedonali. L’attraversamento con le «zebre» tra il lato della piazza che ospita il palazzo della Provincia e quello in cui si trova il parco, infatti, si trova qualche metro più in là. A margine dell’episodio di ieri mattina, la Filt Cgil ha diffuso una nota, con la quale chiede di «riflettere sulla criticità di alcuni attraversamenti in prossimità delle fermate degli autobus, o in aree di manovra, che mettono a rischio la sicurezza dei cittadini, ma anche degli autisti che si trovano ad operare in una situazione non ottimale».

La Filt ha ricordato ancora come in altri casi analoghi la commissione tecnica di Trentino Trasporti, di cui fanno parte anche i rappresentanti degli autisti abbia segnalato le problematicità in Comune, che però si è limitato a verificare che la situazione fosse a norma. «C’è la norma che va rispettata, ma c’è anche il buon senso che richiede di intervenire per garantire la sicurezza di pedoni, autisti e automobilisti rimuovendo situazioni di potenziale pericolo», hanno chiosato i sindacalisti Stefano Montani e Franco Pinna.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?