Salta al contenuto principale

Lavoro sicuro in nave da crociera

Ma solo 10 candidati (disoccupati)

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 4 secondi

Il contratto di lavoro è praticamente in cassaforte. Quale? Quello di hospitality service specialist, ovvero addetto al ricevimento a bordo delle navi da crociera Costa.

Considerando che il 93% degli iscritti alla formazione organizzata dal colosso del mare viene poi assunto, il lavoro pensato per 20 disoccupati trentini che possono iscriversi al corso organizzato in collaborazione con Seac Cefor è praticamente già in tasca. Eppure a pochi giorni dalla chiusura delle iscrizioni, fissata per la fine del mese, la metà di questi venti posti sono ancora scoperti.

La Fondazione Caritro ha organizzato un incontro esplorativo per far conoscere l’iniziativa a chi, iscritto ai Centri per l’impiego, è in cerca di una occupazione.

«Per chi è in cerca di lavoro e chi vuole conoscere le lingue straniere si tratta di una bella occasione – ha commentato Sergio Rocca di Seac Cefor – anche di vedere un mondo diverso dal Trentino». Un lavoro sulle navi ben pagato, con poi due mesi a casa prima di imbarcarsi nuovamente. «Quello delle crociere – hanno spiegato Marisa Oppicini e Marcello Ienco di Costa – è un mercato che non conosce crisi. Ai 24 mila dipendenti di oggi abbiamo in programma di assumere altre 6.400 persone entro il 2023, così da arrivare ad avere 30 mila dipendenti in tutto il mondo. L’anno prossimo arriverà una nuova nave, Costa Smeralda, che potrà portare 5 mila passeggeri».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?