Salta al contenuto principale

L'ordine dei veterinari di Trento:

«Patentino per certi tipi di cane»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Per l’Ordine dei medici veterinari di Trento «è assolutamente necessaria l’organizzazione, da parte dei Comuni, di percorsi formativi per i proprietari di cani con rilascio di patentini», in base ad un’ordinanza ministeriale marzo 2009.

L’Ordine, nel ricordare alcune recenti aggressioni ai danni di persone, sottolinea come «i possessori di alcune razze canine, ad esempio i pitbull, sottovalutano spesso i segnali di aggressività, purtroppo a volte non evidenti, che possono comparire anche improvvisamente tra i 18 ed i 24 mesi di vita dell’animale: questi casi di ‘aggressività pericolosa’ sono comunemente preceduti da campanelli di allarme che per qualche ragione non sono stati colti e interpretati nella giusta maniera».

«Nessuna strumentalizzazione e repressione deve essere messa in atto - dice l’Ordine dei veterinari - nessuna messa sotto accusa dei proprietari di cani con problemi comportamentali: è necessario un approccio ‘sistematico’, è necessario poter fare una diagnosi differenziale e la figura in grado di capire, di operare con gli strumenti ideali, è solamente quella del veterinario».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?