Salta al contenuto principale

Soccorso alpino nel mirino

«Danno erariale da 18mila euro»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 37 secondi

La Procura regionale della Corte dei Conti di Trento ha emesso e notificato un invito a dedurre riferito a compensi percepiti dal vice presidente del Corpo nazionale soccorso alpino (Cnas) di Trento.

La contestazione è relativa ad un presunto danno erariale da ricollegare a quanto corrisposto al vice presidente del Corpo per le attività di «istruttore» e «guardia attiva» dal 2014 ad oggi, attività che - secondo gli accertamenti - sarebbe risultate incompatibili con la carica elettiva di vice presidente e che non potevano comunque essere oggetto di remunerazione.

L’invito è stato emesso nei confronti del vice presidente del Corpo di Trento e del presidente, il quale ha dato corso alla conclusione dei contratti che prevedevano le remunerazioni contestate. L’importo oggetto di contestazione ammonta ad 18.600 euro.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy