Salta al contenuto principale

Università, domani il test-day a Trento

In migliaia per le prove d'ingresso

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 13 secondi

Vacanze estive interrotte per migliaia di studenti che domani svolgeranno i test di ammissione all’Università per l’anno accademico 2018/2019. Ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia si precipiteranno a Trento, chi direttamente dal mare oppure chi usufruendo di un giorno libero dal lavoro, con un solo, unico, obiettivo: diventare un nuovo studente dell’Università di Trento, una delle più prestigiose della penisola.
Solo qualche settimana fa molti di loro si trovavano tra i banchi di scuola per affrontare la tanto temuta maturità. Dopo poco meno di due mesi ecco un’altra prova che attende all’orizzonte gli aspiranti universitari. Per alcuni di loro si tratta della prima esperienza lontano da casa, magari centinaia di chilometri. Un’avventura che sta per iniziare tra tanto entusiasmo e mille incertezze. Per gli altri iscritti invece si tratta magari di un ripensamento dopo una scelta di corso poco azzeccata, per altri ancora la prima esperienza universitaria dopo un anno sabbatico dagli studi.
In totale saranno 2828 i partecipanti ai test di ammissione, circa duecento in più rispetto agli iscritti della scorsa estate. Un trend in costante crescita negli ultimi anni. I test si svolgeranno nei dipartimenti di Economia, Lettere e Filosofia, Psicologia e Scienze Cognitive, Sociologia e Giurisprudenza.
Ad aprile ci fu l’antipasto con i primi test primaverili. Anche in quell’occasione migliaia di studenti risposero presente (4.191 in totale nelle due date del 6 e del 13 aprile), riversandosi in massa nel capoluogo trentino per cercare di ottenere immediatamente l’ammissione, per poi godersi l’estate senza pensieri. Alcuni hanno ottenuto al primo tentativo il «lasciapassare» che ha aperto loro le porte alla nuova avventura chiamata Università, mentre chi non è riuscito a superare lo scoglio avrà la possibilità di riprovarci giovedì sperando, questa volta, in un esito migliore.
Un’opportunità offerta dall’Ateneo è la possibilità di sostenere i test, oltre che a Trento, in una delle sedi decentrate di Bari, Mantova, Palermo e Roma. Una comodità molto apprezzata dai futuri studenti che hanno potuto scegliere la sede universitaria più vicina a casa. Come ad aprile, Mantova ospiterà la maggior parte degli iscritti fuori regione, ben 205. A Roma saranno 123, 121 a Bari e 94 a Palermo.
I test di ammissione non si concludono però questa settimana. Il 30 e 31 agosto ritornano per Ingeneria, Fisica, Matematica, Viticoltura ed Enologia e Scienze e tecnologie biomolecolari. Per questi corsi l’Università non fornisce dati, visto che in questo caso le prove sono gestite a livello nazionale dal CISIA.
Il 6 settembre si terrà poi il test a Ingegneria Edile-Architettura, il 12 settembre si conclude con Educazione professionale e Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro, corsi interateneo rispettivamente con l’Università di Ferrara e di Verona.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?