Salta al contenuto principale

Adunata: la sfilata dei trentini - Video

Mattarella rende omaggio ai caduti

Le Frecce Tricolori - Foto - Video

Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
9 minuti 57 secondi

Ed ecco un altro momento storico: il passaggio della stecca alla sezione di Milano, che organizzerà l'Adunata nel 2019:


 

A chiudere una giornata memorabile, sotto la pioggia (ma di sicuro non si spaventeranno per questo), ecco sfilare finalmente gli alpini trentini:

Adunata: sfilano gli alpini trentini/1

Adunata: sfilano gli alpini trentini/2

Adunata: sfilano gli alpini trentini/2


 

Ecco l’aggiornamento, dopo la riunione delle 12.00, dalla Sala operativa della Protezione civile del Trentino. Aspetto cruciale di questa giornata è la fluidità del deflusso delle persone e dei mezzi da Trento, situazione che verrà costantemente monitorata. Prosegue infatti per tutto il giorno l’attività della Sala operativa.

TRASPORTI PUBBLICI

La stazione ferroviaria ha chiuso stanotte verso le 02.00. Il sistema, per quanto molto impegnato, ha tenuto e nessuno è rimasto a terra. Durante la notte, per il grande afflusso, si è registrato qualche ritardo.
E stato rinforzato in doppia composizione il treno per Verona alle ore 01.20 ed è stata attivata una corsa straordinaria sempre su Verona alle ore 01.48.
Ci si prepara in queste ore alla seconda parte della giornata di sfilata con la predisposizione del piano già preparato per il pomeriggio per decongestionare l’area della stazione (che non sarà raggiungibile dai mezzi) mediante accompagnamento degli utenti in eccesso in corso Buonarroti dove saranno attestati i transiti dei bus a rinforzo (predisposti 50 bus di Trentino trasporti, oltre a tutti quelli di Cta).
Per quanto riguarda le corse ferroviarie di rientro, verso le destinazioni di Verona, Bolzano, verso le valli del Noce e verso la Valsugana sono ben 49.000 i posti complessivi offerti lungo le diverse direttrici di rientro. Sono iniziati i trasferimenti navetta degli alpini che hanno già sfilato e che vengono trasportati a ritmo continuo dalla rotatoria di via ai Caduti di Nassiriya fino alla zona industriale e Interporto dove sono attestati i bus da noleggio dei vari gruppi pronti per il rientro.

STRADE

Sulla rete viaria extraurbana da circa un’ora e mezza si registra una coda di circa un chilometro sulla strada del “Bus de Vela”, in entrata da ovest verso la città e per lo più a seguire in direzione nord. Sulla tangenziale di Trento e sulla Valsugana è tutto regolare.

A22

Si segnala traffico in direzione nord con circa 2500 veicoli all’ora da Affi a San Michele.

SANITÀ

Da quando hanno aperto i punti medici avanzati, giovedì 10 maggio, sono state visitate e dimesse 354 persone, prevalentemente codici bianchi e verdi. A questi vanno aggiunti 46 pazienti (codici rossi e gialli) che sono stati visti e gestiti dai Posti medici avanzati e trasferiti in pronto soccorso del S.Chiara per ulteriori valutazioni e accertamenti. È stato rafforzato il presidio in prossimità della stazione ferroviaria.
Il Comune di Trento è stato impegnato per il traffico urbano, con molti pullman in arrivo in città.

METEO

In atto deboli rovesci a sud ma non si esclude qualche rovescio su Trento nel pomeriggio, una perturbazione attesa dopo le ore 21.00.

COMITATO ORGANIZZATORE DELL’ADUNATA

Si stimano in circa 400 mila le persone giunte a Trento e 300 pullman arrivati in città.


 

Anche il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, era all'Adunata:

Il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, all'Adunata


 

Sono circa 400.000 le persone giunte a Trento per la sfilata della 91/a adunata degli alpini.

Adunata, la sfilata degli alpini/3



Il dato, fornito dalla Provincia, conta 300 bus arrivati in città.
La preparazione, mentre la sfilata prosegue, è per il deflusso delle persone dal Trentino, che sta già iniziando.

Rinforzati i bus locali con 50 mezzi in più, per quanto riguarda le corse ferroviarie di rientro, verso le destinazioni di Verona, Bolzano, verso le valli del Noce e verso la Valsugana sono ben 49.000 i posti complessivi offerti lungo le diverse direttrici di rientro.

Sono anche iniziati i trasferimenti navetta degli alpini che hanno già sfilato e che vengono trasportati a ritmo continuo dalla rotatoria di via ai Caduti di Nassiriya fino alla zona industriale e Interporto dove sono attestati i bus da noleggio dei vari gruppi pronti per il rientro.
Qualche coda si registra su alcune statali e anche sull’autostrada del Brennero.


 

Un'altra carrellata di bellissime immagini dalla sfilata:


 

«Questa è l’adunata del centenario della Grande guerra e la presenza del capo dello Stato ha un significato fortemente simbolico». A sottolinearlo è stato il governatore del Trentino Ugo Rossi, alla sfilata dell’adunata degli alpini a Trento.
«È importante - ha aggiunto Rossi - anche per la valenza locale del centenario, per una terra che ha avuto caduti anche dall’altra parte».
«Oggi però - ha evidenziato - non ci sono più parti e gli alpini ci hanno aiutato in questo».


 

Un altro bel video delle Frecce Tricolori, riprese da Martignano da Eleonora Monieri

Le Frecce Tricolori su Trento/2


 

Agli Alpini dell’Adunata è arrivato anche il saluto di Papa Francesco, che ha rivolto loro «un pensiero speciale»: «Li incoraggio ad essere testimoni di carità e operatori di pace, sull’esempio di Teresio Olivelli, alpino, difensore dei deboli, recentemente proclamato Beato».


 

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha salutato alle 11,30 la Sfilata degli alpini dell’adunata nazionale di Trento, lasciando la città.

Gli alpini gli hanno reso nuovamente gli onori per il saluto e il capo dello Stato è andato via tra la folla che lo ha applaudito e molti che hanno cercato di stringerli la mano e di scattare con lui delle fotografie.

L'inno nazionale alla presenza del Capo dello Stato:

L'inno nazionale con il capo dello Stato


Continuano a sfilare gli alpini per le strade di Trento:

Adunata: la sfilata degli alpini/1

Adunata: la sfilata degli alpini/2


Le Frecce Tricolori nel video di Domenico e Alessandra, da Corso degli Alpini:

Frecce tricolori su Trento

 


 

«È il ricordo di un momento importante per la storia del nostro Paese». Così la ministra della Difesa, Roberta Pinotti, dopo aver accompagnato il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla deposizione di due corone ai caduti italiani e austroungarici, al cimitero monumentale di Trento.


 La sfilata  degli Alpini a Trento è stata interrotta alle 10.20 per attendere l’arrivo del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, per la resa degli onori.

Il capo dello stato è arrivato in piazza Dante e, dopo essere entrato nel palazzo della Provincia, sulle note dell’inno d’Italia ha fatto il suo ingresso nell’area della sfilata per salire sulla tribuna d’onore accompagnato dalla ministra della difesa, Roberta Pinotti, e dal capo di stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano.

Gli onori al capo dello stato, accompagnato anche dalla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, sono proseguiti con il passaggio delle Frecce Tricolori, mentre al microfono è stato ricordato che era dal 1998 che la massima autorità dello stato non onorava della sua presenza un’adunata degli Alpini.



I gruppi alpini hanno ripreso poi la sfilata.


La presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati incontra padre Armando.


 

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è arrivato alle 10 al cimitero monumentale di Trento per la deposizione di due corone, una alla lapide dei caduti italiani e l’altra a quella dei caduti austroungarici. Il capo dello Stato è a Trento nell’ultima giornata della 91/a adunata nazionale degli alpini, che cade nell’ultimo anno del centenario della Grande guerra.



Mattarella è arrivato al cimitero di Trento, dopo essersi recato a depositare una prima corona al Mausoleo di Cesare Battisti, sulla collina di Tento.

Con il Capo dello Stato sono presenti autorità civili e militari, tra cui la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, il ministro della Difesa Roberta Pinotti, il capo di Stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, il governatore del Trentino, Ugo Rossi e il sindaco di Trento Alessandro Andreatta.

Ad attendere il Capo dello Stato al cimitero monumentale di Trento c’era anche il console generale austriaco, Wolfgang Spadinger, così come il vicepresidente nazionale della Croce Nera austriaca, Walter Murauer e il comandante della Federazione degli Schuetzen del Trentino (milizie storiche del Tirolo), Ezio Cestari.
Il capo dello Stato ora è atteso, insieme alle altre autorità, alla tribuna d’onore della sfilata.


 

Ha preso il via alle 9, come da programma, la sfilata della 91/a adunata nazionale degli Alpini.

Adunata degli alpini: la sfilata dei sindaci trentini

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?