Salta al contenuto principale

Ricerca, aumentano i fondi:

altri 2 milioni per il Cibio

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

La Giunta provinciale, su proposta dell'assessora all'università e ricerca Sara Ferrari, ha deciso ieri di stanziare ulteriori 2 milioni di euro per la realizzazione di investimenti strategici nel campo delle infrastrutture della ricerca. In particolare queste nuove risorse permetteranno il finanziamento dell'infrastruttura del Cibio (Centro di Biologia integrata), ovvero Irbio (Infrastruttura di Ricerca per la Biologia Integrata) dell'Università di Trento.  

«L'investimento in strumentazioni d'avanguardia - sottolinea l'assessora all'università e ricerca Sara Ferrari - ha l'obiettivo di fornire al sistema trentino della ricerca e alle realtà dell'impresa più innovative che collaborano con esso un valore aggiunto, ovvero la possibilità di rimanere competitivi e concorrenziali a livello internazionale, e di mantenere il territorio attrattivo di intelligenze e investimenti». 

Le nuove risorse vanno ad aggiungersi ai 9.500.000 euro già stanziati dalla Provincia e agli 8 milioni messi a disposizione attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale con il programma operativo 2014-2020 per la realizzazione di investimenti strategici nel campo delle infrastrutture della ricerca.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy