Salta al contenuto principale

Infortuni in pista: 300 persone

soccorse in Bondone

dalla polizia locale

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 2 secondi

Domenica scorsa anche sul Monte Bondone si è conclusa la stagione sciistica che quest’anno ha visto incrementare in maniera oltremodo significativa la presenza di utenti sulle piste.

La polizia locale di Trento, che presidia le aree sciabili, ha impiegato quotidianamente due agenti, a rotazione fra quelli appartenenti alla squadra sciatori e formati per prestare il primo soccorso alle persone nonché abilitati al rilievo degli incidenti sulle piste. Il servizio è stato prestato da sabato 4 dicembre 2017 allo scorso 8 aprile e si è articolato in 126 giornate (dalle 8 alle 18) e in 27 serate, con un operatore, tra le 18 e le 24.

Durante la stagione si è prestato soccorso a 296 persone che sono incorse in incidenti sciistici per un totale di 286 interventi di cui 219 praticanti lo sci alpino, 58 lo snowboard e 19 persone infortunatesi come pedoni. Di poco lontana la parità di sesso fra gli infortunati (154 maschi e 142 femmine) mentre per quanto riguarda l’età il picco più alto è stato rilevato fra i praticanti compresi fra i 41 e 65 anni (79 infortuni).

Le cause degli infortunati sono per la maggior parte dovute a cadute accidentali (244), mentre sono aumentati gli scontri rilevati fra persone od ostacoli che sono stati 23. Per gli interventi che hanno riscontrato lesioni gravi è intervenuto per 7 volte l’elisoccorso per il trasporto del paziente all’ospedale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?