Salta al contenuto principale

Olimpiadi invernali, la frenata

Ugo Rossi: «Prima verifiche»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 41 secondi

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha avanzato oggi l'ipotesi di una candidatura delle Dolomiti a sede delle Olimpiadi invernali del 2026, attraverso una rete di località fra Veneto, Trentino e Alto Adige. «Su questo - ha spiegato - ci sono già contatti con i presidenti delle due province autonome, Ugo Rossi e Arno Kompatscher».   

«Prima di fare a gara per ottenere primogeniture, è necessario essere certi che si possano fare olimpiadi all'insegna della sostenibilità, "leggere", "green", rispettose dell'ambiente e in definitiva a tutela di questo inestimabile patrimonio dell'umanità». 

Questo è quanto afferma il governatore trentino Ugo Rossi in merito alla proposta di Olimpiadi invernali 2026 sulle Dolomiti, avanzata dal suo omologo veneto Luca Zaia. «È chiaro - aggiunge Rossi - che c'è un ragionamento in corso, ma approfondirò la questione assieme ai miei due colleghi, Zaia e Kompatscher».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy