Salta al contenuto principale

«Proiettili di gomma

contro il lupo»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 26 secondi

Il lupo che da due giorni si aggira intorno alle case di Penia e Canazei preoccupa.

Il presidente della Provincia Ugo Rossi e l’assessore Dallapiccola hanno chiesto al Ministero delle politiche Agricole a Roma di poter sparare proiettili di gomma per «dissuadere» l’animale che sarebbe anche malato di rogna.

Il lupo era stato già visto nelle ore serali l’altro giorno. Poi oggi la clamorosa “apparizione” a poche centinaia di metri dalla scuola elementare: erano le 10.30 e i bambini erano usciti per la ricreazione quando nel prato sopra la scuola hanno avvistato un lupo che stava mangiando la carcassa di un muflone.

L’animale è rimasto comunque a distanza, mentre gli insegnanti radunavano i bambini e qualcuno scattava una foto (come queste che pubblichiamo, scattate da Carlo Fosco).

In serata la nota della Provincia, che conferma che il lupo in questione era seguito a vista 24 ore su 24 e osservato dai Servizi Forestali:

«In merito all’avvistamento del lupo vicino a Canazei, il presidente Ugo Rossi e l’assessore all’agricoltura, foreste, caccia e pesca, Michele Dallapiccola, comunicano che i forestali stanno già presidiando e controllano la zona.

Nel frattempo, immediatamente, è stata fatta una richiesta al Ministero per poter intervenire con proiettil di gomma per dissuadere il branco dalla frequentazione del paese.

L’ispezione delle fotografie da parte dei servizi veterinari ipotizza che l’animale avvistato sia affetto da una patologia che potrebbe corrispondere alla rogna sarcoptica, malattia tipica del camoscio in quella zona e trasmissibile anche ai canidi.

L’assessore Michele Dallapiccola fa sapere che si attendono indicazioni da parte del Ministero e di ISPRA sul da farsi in merito all’animale».

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?