Salta al contenuto principale

Studenti solidali: all'Enaip

raccolta una tonnellata di cibo

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 54 secondi

L'Enaip di Villazzano sposa la solidarietà e corre in aiuto del Banco alimentare del Trentino Alto Adige: ieri i 500 studenti della scuola professionale insieme ai 70 insegnanti e a tutto il personale amministrativo hanno raccolto quasi una tonnellata di prodotti a lunga conservazione. Che, poi, verranno distribuiti ai bisognosi e agli indigenti presenti sul nostro territorio. 


Il promotore dell'iniziativa è l'insegnante di religione Diego Andreolli, che ha coinvolto le otto classi terze dell'istituto in un incontro con il coordinatore del Banco alimentare del Trentino Alto Adige Roberto Scarpari. 
«In particolare - spiega Andreolli - le due terze classi del percorso formativo meccanico si sono dimostrate molto sensibili alla tematica. Ed è, quindi, stata presa la decisione di contribuire allo scopo solidale del Banco alimentare raccogliendo prodotti a lunga conservazione da consegnare alle famiglie che fanno fatica ad arrivare a fine mese. E non si tratta solamente di nuclei familiari stranieri: le problematiche coinvolgono molti più italiani di quanto si possa pensare».
Così, ieri, moltissimi ragazzi hanno portato a scuola pacchi di pasta e scatole di fagioli, confezioni di biscotti e bottiglie di passata di pomodoro. «A dire il vero - prosegue Andreolli - avremmo partecipato con piacere alla Giornata nazionale della colletta alimentare di sabato 25 novembre. Ma il nostro istituto rimane chiuso al sabato. Abbiamo perciò pensato di organizzarci in maniera autonoma, promuovendo un'iniziativa tutta nostra. Certo, non cambieremo il mondo. Ma il nostro obiettivo è quello di sensibilizzare i nostri studenti ad essere attenti ai bisogni altrui, ad aiutare chi è più svantaggiato». 

Anche il coordinatore del Banco alimentare Scarpari è rimasto piacevolmente stupito dall'entusiasmo dimostrato dagli alunni dell'Enaip di Villazzano. «Durante gli incontri gli studenti si sono dimostrati attenti e partecipativi, ed anche molto curiosi - racconta - Fino a desiderare di compiere in prima persona un gesto di carità e solidarietà». Riguardo all'ultima colletta alimentare, Scarpari ricorda che i 5.000 volontari presenti in ben 500 punti vendita (circa 50 supermercati in più rispetto allo scorso anno) hanno raccolto circa 700 tonnellate di cibo a lunga scadenza, che sono state stoccate in magazzino. «Una volta al mese - spiega - i prodotti vengono distribuiti alle associazioni convenzionate con il Banco alimentare (circa 180), che a loro volta li consegnano alle famiglie bisognose».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?