Salta al contenuto principale

Nevicata a Trento, in azione

mezzi e spalatori del Progettone

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
! minuto 24 secondi

Nota del Comune di Trento per fare il punto della situazione dopo la nevicata di domenica e i due giorni di disagi che ne sono seguiti. 

IL COMUNICATO

Già da domenica – con la neve del primo pomeriggio – il personale reperibile del Comune si è attivato nei sobborghi con gli spargisale; intorno alle 17 si sono mossi i mezzi dotati di lame, partendo dai sobborghi per poi scendere in città intorno alle 23. Circa alle 3 di ieri mattina invece sono entrati in azione le cosiddette mini-pale per lo sgombero dei marciapiedi. Fondamentale è rendere percorribili tutti i marciapiedi della città: le modalità di intervento privilegiano la percorribilità liberando un ampio passaggio sul marciapiede e accumulando una striscia di neve sul bordo che è di difficile smaltimento. 

Da questa mattina circa 25 spalatori del Progettone sono stati spostati dalla cura del verde: si aggiungeranno agli operai del Comune per ripulire ancora meglio la città dall’abbondante nevicata. 

Attualmente sono operativi sul territorio comunale tutti i mezzi a disposizione per la manutenzione invernale che sono: 

- 35 mezzi per lo spargimento del sale di cui 13 dotati di GPS;

- 81 mezzi dotati di lama per lo sgombero neve di cui 5 di proprietà dell'Amministrazione 

- 46 mezzi per lo sgombero dei marciapiedi della città e dei sobborghi (minipale) di cui 1 di proprietà dell'amministrazione (Bondone)

-  17 spargisale a traino e autocaricanti montati da agganciare ai mezzi dotati di lama. 

Per la spalatura manuale della neve vengono impiegati circa 28 operatori che - suddivisi in più squadre - procedono alla pulizia di aree e percorsi difficilmente accessibili dai mezzi (scalinate, rampe pedonali, ecc.). Tutte le aree che necessitano di spalatura manuale sono mappate e numerate in ordine di priorità.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?